Il metal negli ultimi 15 anni a Milano: che fine ha fatto?

Il metal negli ultimi 15 anni a Milano: che fine ha fatto?

Anno 2011. Cosa piace ai giovani metallari? Questo sicuramente se lo sono chiesto almeno una volta i cosiddetti “metallari della vecchia guardia”. Dieci, quindici anni fa i “nuovi metallari” apprezzavano le stesse cose amate dai “vecchi”: birra, buona musica e compagnia giusta. Per questo il locale poteva essere differente. Nel nostro caso Milano offriva il “Midnight”, il primo pub metal in ITALIA, dal 1990 – e poi il “Transilvania”, dal 1998. Lo scopo era solo uno: divertirsi come si deve, ovviamente metal style. Pensando a quei tempi, fa sorridere come i “vecchi” metallari all’epoca considerassero “trendy” il Transilvania, lasciando come unica scelta per il “vero” metallaro il Midnight. Noi eravamo assidui avventori del primo locale e sappiamo bene che la scelta musicale variava dal glam al death metal, passando per il black metal e l’hard rock. Ovviamente frequentavamo anche il Midnight, apprezzando soprattutto l’aria “casalinga” che si respirava nel locale, la buona musica e la bella gente. Insomma, due modi diversi di intendere una serata metal ma egualmente divertenti.  Poi, di colpo, il declino. La direzione del Transilvania mandò via lo storico DJ Steve, convinti che la gente venisse lì per la bella faccia del proprietario e non per la qualità della serata proposta da chi stava in consolle. Il Midnight, dopo essere risorto per qualche anno grazie ad una gestione apparentemente efficace, iniziò un lento ed inesorabile declino causato soprattutto dai debiti lasciati dal suddetto gestore e dalla noncuranza del proprietario. Risultato: il primo locale cambiò nome una volta, diventando Inkubo Kafé, poi il proprietario lo cedette e divenne l’ormai celebre Rock N’ Roll Milano, mentre il secondo chiuse per l’ultima volta le saracinesche nel 2008. In quel momento rimasero solo le cosiddette “discoteche metal” e il Wizard Pub, anche se “discoteca” associato a “metal” fa di per sé venire l’orticaria: Alcatraz, Rolling Stone e Zoe. Di questi, il Rolling Stone avrebbe chiuso di lì a poco, il Rainbow Club era già defunto, il Transilvania Live spopolò realmente per solo un paio d’anni e l’Alcatraz resisteva proponendo, nella sala adiacente a quella più grossa, metal a 360°. A dire la verità erano sempre le solite canzoni, ma almeno si poteva sentire ogni sottogenere dell’Heavy Metal. Purtroppo anche questo durò poco: il DJ venne mandato via, la sala destinata a ben altro genere musicale e in tutto questo lo Zoe trovò una formula vincente e non l’abbandonò mai più: serate dark, serate hard rock e serate metal commerciale. In pratica, musica sentita e risentita, rischio zero. Puro mainstream. Sembrava più una gara a chi si vestiva meglio – al più “poser”, diremmo noi – piuttosto che un locale per appassionati di musica. Nel frattempo il Rock N’ Roll aveva un ottimo giro di clientela e riusciva ad aprire anche un altro locale a Rho, e un locale dedicato soprattutto ai concerti a Romagnano Sesia. Anche in questo caso la musica non è ricercata ed è un locale rock adatto anche a chi non è molto dentro il genere. Un ottimo connubio tra qualità degli ambienti, qualità del cibo e qualità della musica. Un locale per “quasi” tutti. Tirando le somme, a Milano è rimasto un solo locale “erede diretto” del Midnight, ed è il Wizard Pub, sui navigli. Un locale semplice, dall’ottima birra e senza troppe pretese. Altre serate mirate sono state proposte nel corso degli anni in vari locali più o meno importanti in città, ma nonostante le continue lamentele riguardo l’assenza di serate metal l’affluenza è stata abbastanza scarsa. Insomma, sono in tanti a lamentarsi del fatto che non si riesca a trovare una “vera” serata metal ma poi quando hanno l’occasione preferiscono andare nel locale fighetto a cercare di rimorchiare la darkettona di turno. Tutto questo contornato da una diminuzione drastica di numero e qualità di concerti nel capoluogo lombardo. Chi l’avrebbe mai immaginato che saremmo finiti così, quindici anni fa?!

Daniele Ugolini


No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.