“L’universo di Pier Paolo Pasolini. Da Giotto a Patti Smith”

“L’universo di Pier Paolo Pasolini. Da Giotto a Patti Smith”

Si apre il 26 giugno (fino al 2 novembre) al Castello Carlo V di Lecce “L’universo di Pier Paolo Pasolini. Arte e bellezza da Giotto a Patti Smith”

La mostra, promossa dal Raggruppamento Temporaneo di Imprese: Theutra, Oasimed e Novamusa, con il patrocinio del Comune di Lecce, è curata da Gianni Canova, Silvia Borsari e Paola Rampini e ideata da Ventundodici Srl. La mostra si inserisce all’interno della programmazione per la candidatura di Lecce Capitale europea della cultura 2019.

All’interno del percorso mostra saranno presenti una selezione di film, fotogrammi accostati alle riproduzioni delle opere citate, libri di poesia e di narrativa, documentazione video, audio e radio, le canzoni scritte da Pasolini e interpretate da Aisha Cerami, figlia del celebre sceneggiatore scomparso lo scorso anno. Non mancheranno le testimonianze della sua carriera pittorica e una raffinata selezione di scatti del fotografo Roberto Villa che ha immortalato il backstage del film “Il fiore delle mille e una notte” seguendo Pasolini durante le riprese.

Ogni sabato verrà proiettato un film, tra quelli citati in mostra. Si inizia il 28 Giugno alle 20 con Comizi d’amore (1965) e poi con cadenza settimanale si potrà assistere a Mamma Roma (1962); Decameron (1971) e Il fiore delle mille e una notte (1974).

Orari: apertura 26 giugno ore 18,30 dal 27 giugno al 30 settembre: tutti i giorni dalle 9 alle 21; dal 1 ottobre al 2 novembre: tutti i giorni dalle 9 alle 13 e dalle 16.30 alle 20.30.

Costo biglietti: intero euro 7; ridotto euro 5 (over 65; under 18; gruppi superiori a 10 persone); scolaresche: 3 euro; biglietto famiglia 15 euro (2 adulti e bambini)



Related Articles

Curtis Harding, nuovo album e una data a Milano a novembre

Curtis Harding, nuovo album e una data a Milano a novembre

RisorgiMarche 2018: un mese di concerti da Pelù a Irene Grandi

Di: Flaminia Camilletti Sono passati quasi due anni dal sisma che ha colpito il centro italia e dimenticare quello che

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.