Quali sono i vostri scheletri (canzoni) nell’armadio?

Quali sono i vostri scheletri (canzoni) nell’armadio?

Non ho scheletri nell’armadio, ma un botto di canzoni da ascoltare rigorosamente quando sono certo di essere da solo, ho una reputazione da fottuto rocker da difendere. Una volta ho ospitato un amico punk venuto a Milano per un weekend in occasione di un concerto dei NOFX. Per farlo sentire a suo agio gli ho mollato una copia del mazzo di chiavi e sono andato a fare la spesa. Il supermercato era chiuso, sono rientrato prima del previsto e sopresa, l’ho beccato sotto la doccia che cantava a squarciagola “Vaffanculo” di Masini. Che poi vabbè, in un certo senso è abbastanza punk pure quella, ma insomma. Una volta con la mia sister Dejanira ci siamo scolati cinque bottiglie di nero d’avola del discount nel mio bucolocale, poi siamo saliti in scooter per andare a finirci in un noto pub di Porta Romana a Milano sfidando etilometri e vita e… in vino veritas, ci siamo sparati i 7 km di asfalto gridando contro il cielo “Non me lo so spiegare” di Tiziano Ferro come se non ci fosse un domani (dopo che durante tutta la cena si era disquisito di quanto erano fiche le digressioni funk nel corssover rock dei ’90). Insomma, ognuno di noi ha tra le sue canzoni preferite qualcosa di cui vergognarsi. Aprite il vostro cuore… le mie sono queste…

Non so se sarò padre, ma grazie a Dio mia sorella mi ha donato un nipotino super. Baglioni è roba da fica di legno, lo so. Ma quando ascolto sto pezzo io lacrimo come se stessi tagliando chili di cipolle. Sento il tempo scorrere sotto la suola delle scarpe alla velocità della luce.

[ot-video type=”youtube” url=”http://www.youtube.com/watch?v=BV5ksKaCKAE”]

Degli 883 abbiamo parlato male in pubblico un po’ tutti, come un po’ tutti li abbiamo canticchiati durante le festicciole con gli amici, fingendo di farlo con piglio grottesco. Io sono andato oltre, sto pezzo lo dedicai alla mia prima fidanzata con tanto di ripresa video ed imitazione del buon Pezzali. Must assoluto!

[ot-video type=”youtube” url=”http://www.youtube.com/watch?v=ThGCZN1HPbE”]

La stessa fidanzatina di cui sopra viveva lontano, la classica relazione adolescenziale a distanza. Sto pezzo mi spezzava il cuore (davanti agli amici ovviamente asserivo mi spaccasse i coglioni).

[ot-video type=”youtube” url=”http://www.youtube.com/watch?v=FpOEN93LX-E”]

Alla domanda Duran o Spandau rispondevo: “Se proprio devo Duran, ma se proprio devo, io ho il cuore di metallo cazzo”. E poi giù a limonare duro con sta roba… pezzaccio, e fanculo la bad reputation!

[ot-video type=”youtube” url=”http://www.youtube.com/watch?v=fqdOvyw0k0I”]

Iniziai quasi per gioco in un Karaoke in zona Barona a Milano, poi risuccesse in una pizzeria fornita di microfono a Lambrate. L’intento era quella di fornire agli avventori una versione punk ed irriverente, ma canta che ti canta è diventata un mio cavallo di battaglia dal terzo negroni in poi.

[ot-video type=”youtube” url=”http://www.youtube.com/watch?v=2eBoGWpXuDw”]

In assoluto il pezzo più “suonato” negli strepteease di periferia. La ascolto e sento sotto al naso il profumo dell’olio droga usato dalle lap dancer dei peggiori bar di Caracas per farsi infilare i dollari nelle mutandine. Canzone mastrubation per antonomasia! Top!

[ot-video type=”youtube” url=”http://www.youtube.com/watch?v=p2Rch6WvPJE”]

La mia essenza nascosta, da oggi non più, me sa…

[ot-video type=”youtube” url=”http://www.youtube.com/watch?v=o2aD9UAZCBY”]

Ogni mia festa finisce così, abbracciato agli amici di sempre in una sorta di atto d’amore universale per la crema da barba alla menta. Numero di negroni consigliato per reggere l’emozione: 10!

[ot-video type=”youtube” url=”http://www.youtube.com/watch?v=zRDVQT_MT-o”]

Ora tocca a voi. Tutti abbiamo delle canzoni che ascoltiamo di nascosto. Brani che non confesseremmo di ascoltare neanche sotto tortura, che si sentono solo quando si è da soli e che magari fanno anche scendere una vergognosa lacrimuccia. Sparateci le vostre. Lo sputtanamento inizia ora!



Related Articles

Home Festival, al via il countdown: i protagonisti e le info a meno di un mese dall’inizio

Home Festival, al via il countdown: i protagonisti e le info a meno di un mese dall’inizio

Lo straordinario viaggio di T.S. Spivet, recensione del film

Dopo due anni dall’uscita nelle sale cinematografiche francesi, è arrivato anche in Italia l’ultimo lavoro di Jean-Pierre Jeunet, noto ai

Parigi, anche la musica si ferma. Stasera annullato live degli U2

Parigi, anche la musica si ferma. Stasera annullato live degli U2

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.