SUBSONICA, Una nave in una foresta (Universal)

SUBSONICA, Una nave in una foresta (Universal)

Dai Subsonica non ci si può aspettare altro che facciano i Subsonica. Nel senso, l’effetto shock degli esordi in cui la fusione tra elettronica, rock e frullatoni sonori vari uniti ad un piglio, soprattutto nella stesura dei testi, cantautorale, non farebbe più sobbalzare dalla sedia nessuno. Vero che il precedente Eden aveva un incedere più vagamente pop, ma insomma la solfa era quella. Una solfa piacevole, distinguibile, Subsonica appunto. Dunque nulla di nuovo sotto il “cielo di Torino”,e va bene così. Il singolone “Lazzaro” è la bomba drum n’ bass riempipista(riempipalazzetti nel loro caso), “Specchio” è un riuscitissimo esperimento disco-funk-rock da decompressione ma non troppo, “I cerchi degli alberi” è un omaggio ai Depeche Mode (non manca mai in nessun loro disco) con il suo incedere electropop e “Di domenica” chiude il cerchio con un ballatone che scommettiamo piazzeranno a fine live per godersi lo spettacolo di tanti led di smartphone agitati in aria. Fuori dal coro il brano che chiude il disco “Il terzo paradiso”, un esperimento tra musica e poesia eseguito in collaborazione con l’artista visivo Michelangelo Pistoletto, un giochetto piacevole che nulla toglie e nulla aggiunge ad un disco per i Subsonica normale, ma solo per loro.

A.P


Tags assigned to this article:
funklazzaroMichelangelo PistolettoSubsonica

Related Articles

Beatles, disponibile la discografia completa su vinile in edicola

Beatles, disponibile la discografia completa su vinile in edicola

Misfatto, il nuovo album è ‘L’uomo dalle 12 dita’

Misfatto, il nuovo album è ‘L’uomo dalle 12 dita’

Home Festival e Aperol Spritz presentano ‘Core Festival’, tra musica, arte e good vibes a giugno

Home Festival e Aperol Spritz presentano ‘Core Festival’, tra musica, arte e good vibes a giugno

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.