Cisco – Matrimoni e Funerali

Cisco – Matrimoni e Funerali

Dopo il lungo tour “Indietro popolo” e la pubblicazione dell’interessante autobiografia “Oh belli ciao! Perché ho lasciato i Modena City Ramblers“, Stefano “Cisco” Bellotti torna a raccontare la vita nel nuovo album “Matrimoni e Funerali“. 11 brani, un perfetto mix di musica e parole con tanti ospiti presenti: Pierpaolo Capovilla (Teatro degli Orrori), Massimo Zamboni (ex CCCP e CSI), Angela Baraldi, Le Mondine di Novi, ed infine Tommaso Zanella (sì proprio lui.. Er Piotta!).Il disco si apre con “Come Agnelli in mezzo ai Lupi“, brano che ci ricorda dell’innocente debolezza di chi si ritrova al mondo solo e abbandonato e prosegue con “Sangue, Sudore e Merda”, crudo ritratto della realtà, il più delle volte lontana anni luce dagli ideali, dai principi e valori dell’uomo. E se “Chiagne e fotte” è un vero e proprio attacco alla televisione, colpevole secondo Cisco, di strapparci lacrime attraverso i suoi programmi impedendoci così di pensare con la nostra testa, “Supermarket” ritrae tutti noi non come semplici cittadini o persone ma piuttosto come voraci consumatori. “Marasma” esalta i vecchi detti nostalgici del tipo “Prima era tutto diverso…” oppure “Si stava meglio quando si stava peggio” ricordandoci di quanto sia confusionario oggi il mondo, mentre la title track “Matrimoni e Funerali” rimarca la differenza dei sentimenti nelle due situazioni: una spensierata allegria (quasi ipocrita) durante le nozze, contrapposta al triste ma sincero cordoglio di un funerale. Nei pezzi “Per te Soltanto” e “Il tuo AltareCisco non risparmia qualche stoccata alla falsa religiosità mentre nel brano che chiude l’album “Cenere alla Cenere“, ci ricorda che dinanzi alla morte siamo tutti uguali, ricchi e poveri, santi e peccatori… Musicalmente, emergono con forza lo stile e l’esperienza di Giovanni Rubiani, altro ex Modena City Ramblers, che ha firmato l’album insieme a Kaba Arcangelo Cavazzuti ma il vero pregio di “Matrimoni e Funerali” è la capacità di tenere alto l’interesse dell’ascoltatore traccia dopo traccia, sia con la musica che con i testi. Un risultato non certo scontato vista la povertà (discograficamente parlando) degli ultimi tempi in Italia…

[ot-video type=”youtube” url=”https://www.youtube.com/watch?v=xgfRC8H0CDA”]



Related Articles

DEEP PURPLE, in Italia nell’autunno 2015

L’Italia è una delle loro mete preferite. Dopo il sold out dello scorso luglio al Collisioni Festival, tornano i DEEP

Carlot-ta, Il nuovo album è “Murmure”

Carlot-ta, Il nuovo album è “Murmure”

Cannibal Corpse: il grande ritorno

I Cannibal Corpse sono i padroni assoluti e indiscussi della scena brutal death metal statunitense, traggono ispirazione principalmente dal thrash

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.