THE VOICE OF ITALY, secondo me e mia madre questa sera vince…

THE VOICE OF ITALY, secondo me e mia madre questa sera vince…

Alla prima puntata di The Voice of Italy mi trovavo per casualità a casa dei miei e me la sono vista con mia madre…

Mamma: Aldo, cosa significa The Voice?

Io: The voice vuol dire LA VOCE. In pratica stanno cercando un talento con una voce unica, precisa, potente. Il resto non
conta, se vuoi fare il fico ballerino acrobata te ne vai al programma della Carrà.

Mamma: Ah ok, tipo Tony Dallara?

Io: Bhe sì, tipo Tony Dallara, ma tenendo presente che i ragazzi sono comunque in televisione e siamo nel 2015. I bottoni
d’oro sul doppio petto anche no!

Mamma: Ah ok, quindi devono essere anche un poco moderni, almeno un poco?

Io: Sì, cioè no. Devono avere attitudine e stile, ma se hanno solo attitudine e stile non va bene. Ciò che conta è la voce.

Mamma: Cos’è l’attitudine?

Io: L’attitudine è quella cosa che ti fa dire WOW FICO, ma tu non sai perchè lo stai dicendo. Hai presente Arisa? Ecco, lei
sta sul palco come una strafatta di benzodiazepine, sembra un difetto ma non lo è, quella è la sua attitudine che unita ad
una buona voce le avrebbe fatto vincere The Voice, se non avesse già vinto Sanremo.

Mamma: Ok, ho capito ma… cosa sono le Benzodiazepine?

Io: Mà, quella medicina che sto per prendere se vai avanti con le domande!

Mamma: Ok, ho capito. Secondo me vince Ira Green.

Io: Concordo mamma, vedi che  hai capito? Ha una gran voce, le hanno anche cambiato il look, ha attitudine rock…

ELIMINATA!

Mamma: Perché è stata eliminata?

Io: Mamma, non lo so, forse nonostante tutto c’era in lei qualcosa di Tony Dallara che non abbiamo saputo cogliere.

Mamma: Ok, allora vince Keeniatta.

Io: Ottima scelta, voce potente e black, gran presenza sul palco, simbolo anche di una Italia che cambia e si apre alla
contaminazione.

Mamma: Esatto, quant’è Vvvero che la Puglia è lunga e stretta!… la contaminazione, l’Italia… (mio figlio è tutto scemo@#…)

ELIMINATA!

Mamma: Perché, perché, perchééééé! Passami quelle benzodiazocazzo prendi tu!

Io: Ok, mà, apri la bocca che te le calo sotto lingua, anche io non ci sto capendo una sega!

Poi a ruota, nelle puntate successive, ELIMINATI tutti i nostri favoriti: Sarah Jane Olog (troppo diva?), Chiara Dello Iacovo (la nostra preferita, troppo difficile per il pubblico televisivo? Ma come, piaceva anche a mamma, e secondo noi anche a Tony Dallara… bho…)

Fatto sta che…

Questa sera finalmente avremo il Verdetto. Dei nostri favoriti, come detto, non ne è rimasto manco uno. Ma io e mamma vogliamo provarci ancora. Ecco allora i nostri pronostici per il finalone. A differenza delle altre puntate, il vincitore verrà decretato dal pubblico con il televoto, senza il filtro dei giudizi dei coach. Ce la faremo ad azzeccarne uno almeno una volta? Dopo una lunga conversazione telefonica, eccovi dunque…

CHI VINCERA’ SECONDO ME E MIA MADRE?

Carola Campagna –  70%
(Triuggio, Monza Brianza) del Team J.AX

CAROLA CAMPAGNA_MED

Mamma fa da baby sitter ad una ragazzina di 11 anni che impazzisce per Violetta. Aveva già puntato la giovanissima Carola nelle puntate precedenti, ma in base al discorso voce-attitudine cazzi-e-mazzi, per darmi ragione non la aveva mai pronosticata nemmeno tra le finaliste. Finalmente questa mattina al telefono si è sfogata: “Aldo, hai visto che non capisci un Gazzo?”. La mamma ha sempre ragione. Carola ha dalla sua l’età (la stessa età di quelli che fisicamente prenderanno in mano il telefono per televotare), una buona voce e forse l’inedito più forte, quel “Se solo” che, notizia dell’ultima ora, sarà colonna sonora del prossimo film della Disney The Descendants. Inoltre a mamma piace J.Ax, se non toglie il cappello perché i tatuaggi le mettono ansia. Ax, indubbamente il più carismatico dei coach ed anche il più trasversale.

Roberta Carrese – 15%
(Venafro, Isernia) del Team PELÙ

ROBERTA CARRESE_MED

Il suo inedito “La mia conquista” scritto da Pelù è un buon pezzo rock, ma stride con l’immagine piuttosto ordinaria della brava cantante, nonostante il lavoro fatto dal suo coach per darle un’aria più trasgressiva. La ragazza ha voce, ma dato che il presupposto iniziale “Scegliamo l’ugola più potente” è stato sovvertito dai risultati io e mamma non ci sentiamo di dare più di un 15% alla ragazza. L’intransigenza di Piero nel voler scegliere voci particolarmente aggressive per poi perderle per strada a favore di un compormesso, potrebbe essere il punto debole del team.

Thomas Cheval 10%
(Ferrara) del Team NOEMI

THOMAS CHEVAL_MED

L’inedito bilingue italo-francese “Allons Danser” non è piaciuto né a me né a mamma. A me perchè ha ricordato una vacanza in Costa Azzurra di una decina di anni fa in cui avevo perso la testa per una tipetta di Lione che non mi cagava di striscio, portandomi a rifugiarmi nelle tristi ballate di Brassens. Da quel giorno ho odiato per sempre il pop d’oltralpe. Mamma ha semplicemente detto: “Che cazz, stai in Italia e canDa italiano, no?”. A parte le battute, Thomas ci pare bravino in tutto, ma non eccellente in nulla. Forse sbagliamo, magari il suo faccino pulito è quello che l’industria discografica sta cercando. Per noi, al momento, citando la grande mara E’ NO!

Fabio Curto (Acri, Cosenza, vive a Bologna) Team FACH 5%

FABIO CURTO_MED

Mamma dice che sembra Ligabue, ed ha un debole per lui sin dall’inizio per la sua storia travagliata fatta di strada e sudore. Mamma pensa che Ligabue sia un cantante di moda, le ho spiegato che non è proprio così da un bel po’. La voce di Fabio è certamente emozionante e profonda, ma più da cantautore, e secondo noi fuori dallo spirito di The Voice. Alla lunga potrebbe essere la vera sorpresa, soprattutto se saprà sfornare inediti di livello. Però resta uno da gavetta sui palchi. The Voice potrebbe dargli una spinta per il futuro (sempre che la partecipazione al programma per paradosso non si riveli alla fine un deterrente per il pubblico più raffinato al quale dovrebbe rivolgersi). Non è un mattatore Pop, insomma. Se vince lui però, io e mamma siamo contenti.

Non ci resta che aspettare stasera per il verdetto finale. L’appuntamento è su Rai 2 come di consueto. Che vinca il migliore!

Per vedere le nostre interviste a Noemi e il team Facchinetti, cliccate qui e qui.


Tags assigned to this article:
2015finalejaxNoemiteam pelùthe voice of italy

Related Articles

Baustelle – Fantasma

Chi temeva che Bianconi, dopo il successo su larga scala degli ultimi album dei suoi Baustelle, si tramutasse in una sorta

Robbie Williams, cantante “sportivo” allo stadio Bentegodi di Verona

Di: Alessandro Collu Si avvicina l’evento che Verona e non solo attendeva da tempo: Robbie Williams, cantautore internazionale nato 43

Sfumata grigia

di Ermione Ammetto di aver tentato di leggerlo. Confesso, e senza alcun senso di colpa, di averlo chiuso e riposto

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.