il vecchio barbone

il vecchio barbone

Di: Artan

Eh ragazzi, è strano sto mondo, è bella però la vita. E’ meravigliosa se la guardi dal basso. Io spesso ho paura di fissarlo per bene, ecco perché bevo. Mi toglie il fiato sto mondo, m’incanta la sua bellezza. Il teatro del mondo è qui alla stazione, da qui sento il pianoforte, il primo violino, l’orchestra intera che suona all’unisono e mi trasporta via, lontano. M’incanta il mondo, m’incanta quando mi sorride, quando la pioggia mi bagna, quando il vento soffia. Quando non hai nulla, vedi tutta la meraviglia che ti circonda, vedi anche la miseria, ma quella non ha odori, non ha sapori, non ha bellezza e mai l’avrà. Quindi non mi interessa. Se la miseria mi vuole fare fuori per una balorda risata, io sono pronto comunque a sorridere anche alla morte, mi trova pronto, quando vuole, senza preavviso. Conosco l’abbandono ma non la dolcezza dei vostri abbandoni. Vedo da qui tutte le partenze, osservo volti, vedo la disperazione della gente. Vedo gli arrivi e gli abbracci. Vedo l’amore. Mi chiedo continuamente se quei quattro delinquenti sentano l’odore di questo posto. Sentono la vita che viene e che va? Non la vogliono sentire ne mai ci riusciranno! Presto saranno in una qualunque cella a vedere il cielo a quadrati e non potranno tornare indietro. Entreranno, usciranno dalle galere, come sarà una vita cosi? Sempre rinchiusi, liberi dentro e schiavi fuori, che tristezza!

Io ho scelto il mondo, quello libero, senza frontiere. Ho scelto il cielo da tetto e mi va pure bene. Ciò che a volte mi ferisce è la compassione che la gente ha. Per loro, io sono solo, un vecchio barbone!

[ot-video type=”youtube” url=”www.youtube.com/watch?v=hwGKCdcS2DY”]

Artan (all’anagrafe Artan Rroku) nato in Albania, arrivato da adolescente in Italia, ferrarese per adozione e trentino per lavoro, pubblica il 21 novembre 2014 per ALKA record label, il nuovo singolo “Quell’Universo” accompagnato dal relativo video clip. Artan arriva alla ribalta televisiva nel 2008 nel paese natale, al concorso “Top Fest” di Top channel. Il suo brano rock dal titolo “Dolore” gira in tutte le radio nazionali. Nel 2011 produce e pubblica il suo primo lavoro discografico. Nel 2013 grazie a Roberto Perrone apre in acustico alla compagnia teatrale “Le Comedie” in 5 serate in Francia. “Quell’Universo” è un urlo disperato, una condanna ai “poteri forti” che insistono a farci vedere una realtà distorta, credendo ancora di mostrarci solo la parte “comica” (che non c’è) in un teatro di orrori. Giochi economi che se ne fottono delle vite umane, della dignità.

www.facebook.com/artan.rock


Tags assigned to this article:
artanroberto perrone

Related Articles

Il Dada Circus…

Di: Dada Circus Il Dada Circus scrive canzoni che descrivono con ironia ciò che lo circonda e che vive tutti

Il viaggio

Di: Karla Hajman   Volo spesso tra lo stivale e Berlino. Con Easyjet, perché è l’unica low cost che mi

Ci vuole una vita per diventare bravi in qualcosa

Di: Alvise Rittà Ziliotto / Vox Delitto «Devi scegliere bene in cosa diventare bravo». Si chiude così la prima stagione

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.