Una band rock di rifugiati

Una band rock di rifugiati

Loro sono i Khebez Dawle, e come scrive l’Huffington Post sono cinque musicisti, ma anche cinque rifugiati, cinque immigrati, cinque profughi. Insomma, cinque ragazzi che scappano dalla guerra in Siria e che si erano rifugiati a Beirut. Ora sono in tour in tutta Europa, hanno iniziato sull’isola di Lesbo dando gratis i loro cd, poi una chitarra comprata ad Atene, fino al primo concerto a Zagabria.

Hanno dichiarato ad Al Jazeera: “Non riusciamo a stare più di tre giorni senza suonare o improvvisare. Veniamo da un paese bellissimo governato da criminali di guerra”.

Il gruppo si è formato a Damasco nel 2010, e il batterista è stato ucciso dalle bombe. Ecco perché hanno deciso di andarsene. Perché loro volevano suonare, nonostrante la guerra, nonostante l’amico morto.  E con un gommone sono andati dalla Turchia all’isola di Lesbo. Arrivati sulle coste hanno cominciato a regalere i loro dischi ai turisti: “Vorremmo dare una immagine diversa dei rifugiati”. Bè, ce l’hanno fatta.

 Buona ascolto!

 

[ot-video type=”youtube” url=”https://www.youtube.com/watch?v=16wr2CKPywc”]


Tags assigned to this article:
Khebez DawlerifugiatiRocksiriatourzagabria

Related Articles

Dischi e libri per l’estate? Ecco i consigli di addetti ai lavori, musicisti e scrittori

Ok, si dovrebbe leggere ed ascoltare musica tutto l’anno. E’ innegabile però che anche una semplice settimana di relax, lontani

Little Steven And The Disciples of Soul, tre date in Italia a dicembre

Little Steven & the Disciples of Soul, tre date in Italia a dicembre

Il Distacco,”Karma” è il nuovo video (guarda)

Il Distacco,”Karma” è il nuovo video (guarda)

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.