La playlist dei Doc Brown, “La strada di casa” for JAYMAG

La playlist dei Doc Brown, “La strada di casa” for JAYMAG

Nuova playlist compilata per JayMag. Questa volta la selezione è dei DOC BROWN. La band nasce nel 2006 nella provincia tra Monza e Brianza. Alberto Bosisio (voce), Domenico Diano (chitarra), Dario Longo (chitarra), Gabriele Galbusera (basso, synth), Davide Radice (Batteria, Pad). Suonano un fresco Pop/Electro cantato in italiano…

Il primo LP “L’Uomo tende all’equilibrio”, registrato da Simone Pirovano e Lorenzo Caperchi (Bluvertigo, Denise, Low Frequency Club,Heike Has The Giggles) , esce nel 2011 per Discipline Records, accompagnato dai video di “Il male del secolo” (in rotazione su ROCKTV e vincitore Premio della Critica” del Renault Yahoo! Music Live ) e “Romantico astrofisico” (brano poi inserito nella celebre compilation “HitMania Deluxe 2012”). Il disco ottiene numerose recensioni positive dalla critica di settore e porterà a i DOC BROWN ad esibirsi in tutta Italia, sia come “open act” di artisti affermati (Morgan, Brunori SAS, L’Orso, Drink To Me, Diaframma, La fame di camilla, Africa Unite) sia come ospiti di importanti manifestazioni come Carroponte Milano, Hitweek Festival (Terracina -LT),Renault Yahoo! Music Live (RM), Think Tank Festival, Milano Brucia @ Magnolia, Tour Music Fest 2013 (Roma – arrivando al terzo posto come miglior band emergente su oltre 1000 band). Nel 2014 oltre all’attività live si sono concentrati sulla stesura dei nuovi brani che hanno portato la band ad avvicinarsi ad un sound di respiro ancora più pop-internazionale. Il 7 maggio 2015 è stato pubblicato il nuovo EP: “A piedi nudi”.

doc brown

Ecco a voi la Playlist “LA STRADA DI CASA”

Di Doc Brown

La notte si sa, è una compagna di viaggio strana. Cambia il suo volto al cambiare del nostro stato d’animo che quasi sempre si allinea ai brani che sentiamo di dover far uscire a palla dalla nostra autoradio.
Può essere una dolce sorella, violenta nemica, una pazza amica o una donna di cui innamorarsi. Per una band poi il viaggio e la notte sono la sintesi di miliardi di emozioni. Cercheremo con questa playlist di dare un suono alle nostre notti, quelle di ritorno da una serata, dopo un concerto o dopo una vacanza folle.

Foster The People – Helena Beat

E’ il pezzo nervoso come l riff di synt che danno “tiro” alla melodia e al viaggio. E’ carburante puro se la serata è stata una bomba o un clacson squillante se la notte ci sta portando verso il sonno. Partire forte

Egomostro – Colapesce

Questo brano è raffinato ed elegante ma per nulla malinconico… è il classico pezzo da finestrino semiabbassato e quarta marcia …quella che metti appena fuori da una galleria di ritorno dal mare dove la luce del tramonto fa notare piacevolmente al nostro ego i segni delle prime abbronzature.

Bombay Bicycle Club – Shuffle

I Bombay sono un po come l’olio del nostro motore, bisogna sempre controllare di averli e questo brano ci fa scivolare nella notte dritti senza guardare mai nel finestrino. Nel bridge sembra di rimanere sospesi in una affascinante nebbia che si dirada subito. Senza paura.

Fences – Phoenix

Uno dei pezzi più fighi della band francese, senza ombra di dubbio. Classe da vendere, groove stupendo, batteria schiacciata.
Quando parte non puoi stare fermo ed è un attimo che vedi tutti nell’abitacolo fare su e giù con la testa.

Bloodbuzz Ohio – The National‬

Quando dopo l’intro perfetto di batteria la voce profonda (quasi abissale) e calda di Matt Berninger entra nella nostra notte sappiamo di essere nel centro del viaggio. E’ il brano in cui per 4 minuti la strada si ferma e ognuno di noi ascolta in silenzio sapendo che si perderà un po.

Zero – Bluvertigo

Con Zero si arriva al punto di non ritorno, in cui la notte diventa la compagna di viaggio follemente geniale che ti trascina verso casa nonostante vorresti accostare nella prima piazzola e smaltire la sbornia post concerto. Sarebbe il caso di prendere un concorde per arrivare ancor prima di partire.

Dreams – Beck 

Il nuovissimo singolo del Biondino è entrato prepotentemente nella nostra playlist. Come sempre, ogni cosa che fa, riesce a farla alla grande. Questo pezzo ne è un’ ulteriore prova. Il mix di pop, funk, disco di questo pezzo è davvero micidiale.
Ooh Ooh da stadio e falsetti a squarciagola sul ritornello garantiti in auto.

 La Primavera Araba – Amor Fou

Gli Amor Fou, sono una di quelle band che avrebbero meritato molto di più di quello che hanno ottenuto. Questo pezzo è tratto dal loro ultimo album “100 giorni da oggi”. Un pezzo con un testo bellissimo da cantare che ti da proprio quella sensazione che la primavera stia arrivando in città e che è ora finalmente di lasciarsi andare.

Triathlon- Cristinà Donà

Cristinà Donà ha carisma da vendere e qui si sente tutto..questo pezzo è caffeina pura sia per le parole serratissime che per un ritornello che grazie alla produzione Max Casacci (Subsonica) è un vero e proprio schiaffo in faccia. Il volume della nostra autoradio è ormai a livelli estremi..stiamo per arrivare a casa..i piedi toccano terra comincerà la resurrezione…cit

Make it wit Chu – Queens Of The Stone Age

Quando i Queens vogliono fare i fighi ci riescono come nessuno. Questo brano ha una carica sessuale da galera che farebbe vacillare persino una suora. Un Josh Homme più desertico che mai ci accompagna in un oasi di splendide Fanciulle dove l’amore promiscuo è l’unica vera regola.
Forse è ora di svegliarsi che siamo arrivati.

BUON ASCOLTO


Tags assigned to this article:
bluvertigoCOLAPESCECristina Donàphoenix

Related Articles

The Neighbourhood, una data italiana

La band alternative rock californiana, arriva in Italia, per la prima volta per un concerto unico il 9 marzo 2016

Il nostro report di Sanremo

Sanremo, il nostro Report. Ecco com’è andata…

Rimini Canta Rimini, omaggio a De Andrè il 21 luglio con Ministri, Appino e altri

Rimini Canta Rimini, omaggio a De Andrè il 21 luglio con Ministri, Appino e altri

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.