La playlist di Franc Cinelli, “Le strade del blues” for JAYMAG

La playlist di Franc Cinelli, “Le strade del blues” for JAYMAG

Nuova playlist compilata per JayMag. Questa volta la selezione è di Franc Cinelli.

Franc Cinelli Photo 2 Credit Erin Barry

Il bluesman italo-britannico da poco tornato con un nuovo sorprendente album, “The Marvel Age” che attraverso il blues, il folk cerca il suo lato pop con idealmente al suo fianco i suoi maestri, Springsteen e Dylan. Completamente realizzato e prodotto dallo stesso Cinelli, il lavoro è il disco che consacra Franc come uno dei principali artisti italiani capaci di proporre questo particolare ed amatissimo genere anche a livello internazionale.

Non poteva che realizzare per noi una Playlist tutta dedicata al genere e che più ama…

Di Franc Cinelli

1) Muddy Waters – The Blues Had A Baby And They Named It Rock N Roll

Andiamo subito al sodo. Questo pezzo racconta in poche parole la storia del blues, del rock n roll con la forza della band registrata senza frivolezze senza espedienti. Hard Again va sentito come minimo una volta a settimana.

2) Robert Johnson – Stones In My Passway

Nonostante le sue registrazioni siano state fatte quasi 100 anni fa, continua ad essere lo scrittore che mi incuriosisce di più.

3) Tamikrest – Imanin bas zihoun

Questo è un pezzo da primo pomeriggio, quando c’è bisogno di un “pick me up” in stile John Lee Hooker via Led Zen III via il Sahara.

4) Ry Cooder – Police Dog Blues

“All my life I’ve been a travelling man”. Come il pezzo di Robert Johnson questa canzone va tenuta sempre in tasca per quei momenti in cui c’è bisogno di una mano sulla spalla.

5) Lucio Dalla – Il Parco Della Luna

“i denti di ferro e gli occhi neri puntati nel cielo per capirne i misteri”, una canzone che mi trasporta… la sua poesia e l’arrangiamento della band creano un cielo scuro ed intrigante. Ho fatto sentire quest’album a tutti i musicisti di tutte le band in cui ho suonato qui a Londra. E’ un prerequisito su cui insisto.

6) Vinicio Caposella – Billy Budd

Sabato sera, tutti a ballare e parte con questa. Vinicio rimane primo in classifica per tutto quello che fa.

7) The Low Anthem – To Ohio

Questa canzone l’ho voluta mettere nella playlist perché The Low Anthem riescono a dare qualcosa di nuovo in questo genere di musica. Cosa non facile.

8) JJ Cale – Cherry

Poi si arriva a quel punto della sera, porta chiusa e telefono spento dove c’è bisogno di un attimo di pace. Si spolvera bene il vinile, si controllano bene i bassi sull’amplificatore e via. Parte Troubadour e si aspetta attentamente per i 25 minuti circa prima che arriva, eccola pronti… ecco Cherry.

9) Bob Dylan – Thunder On The Mountain

Dylan con la forza della band è un’altro Dylan. Quello che ti prende per il colletto della camicia e ti fissa negli occhi, ha da dirti delle cose importanti. Modern Times è forse il mio album preferito di Dylan.

10) Nina Simone – Just Like Tom Thumb’s Blues

Una delle mie registrazioni preferite, sembra fatta di velluto. Rimane una fonte di ispirazione per le mie canzoni e quando siamo in tour ascoltiamo molto la sua musica.

BUON ASCOLTO



Related Articles

La playlist dei Mai Personal Mood, “Perdersi nelle canzoni” for JAYMAG

La playlist dei Mai Personal Mood, “Perdersi nelle canzoni” for JAYMAG

Baustelle, il nuovo singolo è ‘Lili Marleen”

Baustelle, il nuovo singolo è ‘Lili Marleen”

Zucchero, nuovo album e 10 concerti all’Arena di Verona

Zucchero, nuovo album e 10 concerti all’Arena di Verona

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.