Brian May, l’incontro

Brian May, l’incontro

Ognuno trova il proprio modo per andare avanti. Un lutto in qualche modo si supera, ognuno con il proprio stile, la propria sensibilità e carattere. Secondo noi, Brian May il lutto di Freddy non l’ha mai superato veramente, e ha trovato il suo modo per farlo vivere davvero per sempre: suonare con chiunque le canzoni dei Queen dal vivo. May crede in qualcosa di superiore, di spirituale, è laureato in astronomia, e scommetto che ogni volta che suona su un palco un pezzo dei Queen sente la presenza di Freddy al suo fianco oppure se lo vede proprio seduto in platea a godersi lo spettacolo. Brian è una bella persona, un uomo gentile, educato, simpatico, intelligente. In conferenza stampa al Principe di Savoia a Milano, per presentare il One Voice! – The Tour con Kerry Ellis, Brian è stato il vero principe, il protagonista, il re, accolto con una quantità di flash di fotografi che neanche la principessa Diana ai tempi d’oro. I giornalisti erano emozionati. Ognuno ha tenuto a ricordare a Brian quanto sia meraviglioso, grandioso. Alcuni gli hanno ricordato di averlo intervistato, altri gli hanno dichiarato spudoratamente il loro amore. C’erano dei fan in sala e non solo dei giornalisti. Era da un po’ che non si vedeva una cosa del genere. Lo stesso Claudio Trotta, patron di Barley Arts, alla fine della conferenza, quando tutti i giornalisti si sono accalcati intorno a May per chiedere autografi e fare foto, ha detto: “Era da tanto che non vedevo una cosa simile”. E qualcuno gli ha detto: “Bè, dovresti essere contento, è una gran cosa.” Perché di artisti se ne incontrano e intervistano tanti, ma quando ti capita davanti un mito, le cose cambiano, e anche il giornalista più modesto e più professionale si trasforma in un fan accanito. Ed eccoci lì, non ci abbiamo pensato un secondo, -come Kerry Ellis quando Brian gli ha chiesto di fare un disco insieme, che ha accettato dopo due secondi- siamo andati da May, ci siamo messi in fila spintonando, e ci siamo fatti fare l’autografo, cosa che non facevamo da quando avevamo quindici anni, e quando ci ha stretto la mano e ci ha detto “Grazie” , ci siamo quasi commossi, anzi, senza quasi. Dicevo sempre una cosa quando ero piccola e amavo Kurt Cobain alla follia, un giorno avrei dovuto incontrare e stringere la mano a qualcuno che lo avesse anche soltanto guardato negli occhi. Purtroppo non mi è mai successo di conoscere Courtney Love, Frances Bean, ma solo vedere Dave Grohl dal vivo ricordo che mi aveva fatto dire “ok, sono davanti a un uomo che lo ha conosciuto, che ci ha trascorso tanto tempo insieme, è già una soddisfazione.” Bè stringere la mano a Brian May che ha passato la vita insieme a un altro nostro mito, con il quale siamo cresciuti, è stata una di quelle cose per cui vale la pena vivere e per cui vale la pena fare questo lavoro. Perché diciamocelo, non è vero che i critici musicali diventano critici perché sono dei musicisti falliti, è che vogliono conoscere i propri idoli, le star che hanno amato.

 IMG_6300Le domande rivolte a May sono state un po’ le solite, c’era un po’ di timore ossequioso nel rivolgersi a lui, sembrava di essere di fronte al Papa. Cos’è il rock oggi per Brian? Passione, una passione mai svanita, un genere che non è mai morto e che è vivo e vegeto dal 1960. In giro secondo lui ci sono parecchi gruppi validi, e il rock è ancora il miglior modo per esprimersi. Cosa vuol dire suonare con Kerry? Avere la libertà di fare quello che si vuole, perché con i Queen non si era così liberi. Con Kerry si può spaziare, esplorare, cantare. Brian dice di avere trovato l’essenza delle canzoni con Kerry. Si diverte, perché se vuoi fare musica devi stare con un cantante, non basta suonare la chitarra. E poi con lei si può occupare anche di beneficenza, di temi sociali, di difesa degli animali, dell’ambiente, cosa che con Roger per esempio non si può fare. Lui è come un fratello, ma sono davvero diversi. I suoi chitarristi preferiti e che più l’hanno ispirato? Buddy Holly, Jimi Hendrix, Eric Clapton, Steve Vai. L’atronomia lo ispira per la sua musica? No, però è una sua grande passione, un qualcosa di spirituale. A ispirarlo è la vita, il cosmo possiamo solo contemplarlo, e non potremmo mai coglierlo per quello che veramente è. Adam Lambert? Un ragazzo simpatico, una bellissima persona, prima di tutto, un cantante con cui collaboriamo e che ci hanno consigliato di prendere, che non siamo andati a cercare, ma non sarà mai il sostituto di Freddy. È speciale, un frontman nato e si esibiranno insieme di nuovo al Postepay Sound all’Anfiteatro Camerini di Piazzola sul Brenta il 25 giugno, e no, non sanno cosa ne verrà fuori. Un ricordo di Bowie? Quando hanno registrato Under Pressure tutti insieme ed è stato fantastico. David era un gran coordinatore, una persona magnifica, di cui si sentirà parecchio la mancanza. Negli ultimi tempi lo avevano anche chiamato per chiedergli se avrebbe voluto ancora cantare con loro, ma aveva sempre detto di no. Roger era ancora in contatto con lui. Che altro? Niente. Perché cosa vuoi chiedere a uno come Brian May? Di raccontarti ancora qualcosa di Freddy? Dei suoi progetti futuri? Sì, ha scritto e canterà nuove canzoni con Kerry Ellis, come la fresca di uscita “Roll with you”, ma tanto lo sappiamo che Brian continuerà a suonare le canzoni dei Queen, -le sue canzoni- finché morte non li separi, per poi magari ricongiungersi al compianto amico di una vita Freddy e schitarrare al suono della sua voce per l’eternità.

IMG_6302Comunicati stampa:

Dopo la stupenda apparizione televisiva all’Arena di Verona lo scorso giugno e la partecipazione a Parallelo Italia su RaiTre a settembre, BRIAN MAY e KERRY ELLIS tornano live con ‘One Voice – The Tour!’ che ha debuttato al Teatro delle Muse di Ancona e si snoda per altri due date nei prossimi giorni. Brian May è il leggendario chitarrista dei Queen, Kerry Ellis una delle grandi star dei musical del West End e Broadway: come coppia artistica hanno costruito un largo seguito grazie ai loro raffinati concerti e dischi insieme, come il disco di debutto di Kerry ‘Anthems’ e il live album ‘Acoustic by Candlelight’. I biglietti sono disponibili sul circuito Ticketone (www.ticketone.it).

Queste tutte le date del tour in corso:

Domenica 21/02/16 – ANCONA Teatro Le Muse

 

Lunedì 22/02/16 – PADOVA Gran Teatro Geox

 

Mercoledì 24/02/16 – FIRENZE Obihall

 

Giovedì 25/02/16 – MILANO Teatro degli Arcimboldi

 

Sabato 27/02/16 – MANTOVA Gran Teatro Palazzetto c/o Palabam

 

Domenica 28/02/2016 – ROMA Auditorium Parco della Musica

Solo pochi giorni fa, il duo ha lanciato il suo nuovo singolo, ‘Roll With You’ (https://youtu.be/lNRfx_0-VwI). Questa canzone sarà presentata durante questo nuovo tour insieme alle più significative canzoni estratte dai rispettivi repertori, oltre che da quelli di altri grandi artisti del passato.

Il progetto Brian May & Kerry Ellis nasce dopo l’incontro dei due artisti alle audizioni di We Will Rock You The Musical a Londra nel quale Kerry ha interpretato il ruolo originale di Meat. Brian May ha prodotto il suo album di debutto ‘Anthems’ nel 2010, seguito dall’Anthems Tour nel 2011. Il successivo Born Free Tour è stato presentato con una serie di show intimi e acustici in suggestive cornici illuminate da candele e sensibilizzando l’audience sul lavoro del duo a favore della Born Free Foundation. Da questo ultimo tour May e Ellis hanno inciso il live album ‘Acoustic by Candlelight’ uscito nel 2013.

www.brianmay.comwww.kerryellis.com

 IMG_6297Dopo il trionfale concerto sold out al Mediolanum Forum di Assago (MI) lo scorso anno, i QUEEN + ADAM LAMBERT tornano in Italia per un’unica data estiva outdoor: l’appuntamento è per il 25 giugno all’Anfiteatro Camerini di Piazzola sul Brenta (PD), all’interno del Postepay Sound Festival.

I biglietti per il concerto, prodotto e organizzato da Barley Arts, sono disponibili in prevendita sul circuito Ticketone (www.ticketone.it) e nei punti vendita Vivaticket (lista completa su www.vivaticket.it).

QUEEN + ADAM LAMBERT

 

Sabato 25 Giugno 2016

 

Piazzola sul Brenta (PD), Anfiteatro Camerini – Piazzale Camerini

 

Biglietti:

 

Tribuna Gold A e B: € 120,00 + prev.

 

Tribuna Frontale Numerata C e D: € 95,00 + prev.

 

Golden Circle Pit – Posto unico in piedi: € 85,00 + prev.

 

Second Pit – Posto unico in piedi: € 75,00 + prev.

Dopo essersi esibito insieme ai Queen nella finale dell’edizione 2009 di American Idol e agli MTV EMA del 2011, Adam Lambert è diventato un ospite fisso della band, imbarcandosi con loro in una lunga serie di concerti e apparizioni televisive, oltre ad affrontare con loro un tour sold out negli USA al termine del quale i Queen + Adam Lambert hanno conquistato il titolo di Band of the Year all’annuale premio Classic Rock Roll of Honour, oltre ad essere stati votati dai lettori di Ultimate Classic Rock come Best live band of the year.

Nel 2014, i Queen + Adam Lambert hanno chiuso l’anno in grande stile con un esclusivo concerto di Capodanno trasmesso in diretta da BBC One, Queen + Adam Lambert Rock Big Ben Live, tenutosi vicino alla storica torre dell’orologio. L’evento è stato visto da 12 milioni di spettatori e nelle successive ventiquattr’ore il nome di Adam Lambert è risultato il più cercato su Google, con oltre 500mila ricerche.

Nei primi mesi del 2015, i Queen + Adam Lambert sono tornati sui palchi per una serie di show sold out in dieci paesi europei, compreso lo straordinario concerto al Mediolanum Forum di Assago. A fine tour, la band ha totalizzato 67 sold out in tutto il mondo in meno di un anno, guadagnando ovunque recensioni entusiastiche. A settembre 2015, i Queen + Adam Lambert sono stati inoltre headliner del festival Rock in Rio, a trent’anni dalle storiche esibizioni della band insieme a Freddie Mercury che totalizzarono 500mila spettatori paganti, la più alta nella storia.

 

www.queenonline.comwww.adamofficial.com



Related Articles

Mike Highsnob presenta ‘Bipopular’: ’La ricetta rimane leggera, troppo zucchero rovina tutto’

Mike Highsnob presenta ‘Bipopular’: ’La ricetta rimane leggera, troppo zucchero rovina tutto’

Levante, vinci 2 biglietti per il concerto del 14/11 alla Latteria Molloy di Brescia

Levante, vinci 2 biglietti per il concerto del 14/11 alla Latteria Molloy di Brescia

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.