Belladonna, esce ‘The Orchestral Album’

Belladonna, esce ‘The Orchestral Album’

I Belladonna hanno dato alla luce “The Orchestral Album“, il “disco più visionario” della loro carriera, come lo descrive la band romana: dieci brani del passato totalmente ri – arrarangiati e registrati con un’orchestra sinfonica.

“The Orchestral album” è stato realizzato grazie al supporto dei fan del gruppo attraverso un’operazione di crowdfounding di grande successo.

I brani sono un connubio magistrale tra il sound noir delle band, le loro liriche oniriche e brucianti ed il tocco raffinato dell’arrangiatrice/direttrice d’orchestra kazaka Angelina Yershova. “The orchestral album” è un percorso sonoro capace di condurre chi lo ascolta in mondi lontani, un viaggio emozionale ed emotivo.
L’incontro straordinario tra la band e l’orchestra (che vanta molti dei musicisti dei quali si avvale il Maestro Ennio Morricone), è stato registrato completamente dal vivo, creando un pathos e una sinergia nei brani che può essere colta sin dal primo ascolto, insieme ad una grande intensità che avvolge ogni nota del disco. Quaranta minuti di sublime.
E per i Belladonna non si tratta di un primo approccio con un’orchestra sinfonica: la band ha scritto e registrato un brano con il compositore inglese Michael Nyman, la parte orchestrale del loro più recente singolo “The God Below” è stata inserita nello spot TV internazionale vincitore del Clio Award per il film blockbuster hollywoodiano “Minions”, ed un arrangiamento per orchestra composto dal loro chitarrista Dani Macchi è nella colonna sonora del nuovo film di Michael Moore “Where To Invade Next”.

 

“The Orchestral Album” è disponibile in download su iTunes e tutte le piattaforme digitali.



Related Articles

Franco Battiato, Anthology esce il 6 novembre

Il 6 novembre 2015 verrà pubblicata l’antologia dal titolo LE NOSTRE ANIME in due differenti formati con nuove versioni, nuovi

Il curioso mondo di Hieronymus Bosch – al cinema

Sembra impossibile, guardando i suoi quadri ricchi di simbolismi così moderni, che Hieronymus Bosch sia morto ben 500 anni fa.

Evanescence, unica data italiana a marzo agli Arcimboldi di Milano

Evanescence, unica data italiana a marzo agli Arcimboldi di Milano

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.