Italian Gods #8

Italian Gods #8

C’era troppa nebbia quel giorno e sotto il cappotto avevo dimenticato di mettere i vestiti. Li avevo tolti tutti, erano settimane che indossavo cose che non piacevano a nessuno: “su quella maglietta non c’è il mio nome” tuonava qualcuno, “hai la gonna troppo corta e non puoi stare sempre al centro dell’attenzione”, “quei colori rendono infelice chi ti sta vicino.” Gliel’avevo raccontato, come si racconta una barzelletta, ma lui non mi aveva risposto. Era entrato in macchina e mi aveva portato a vedere il lago. Mi colava sangue dal naso, avevo sporcato il sedile e la macchia era poco visibile. Allora aprii le gambe per guardarla meglio, ma lui mi alzò il mento come se volesse darmi una carezza. Era una carezza, in effetti.

“C’è un’isola laggiù, la vedi?”

Ma io, l’isola, non la vedevo.

La nebbia era fitta, l’orizzonte vicino. Continuò, ignorandomi: “Una volta ho provato a raggiungerla a nuoto. So nuotare benissimo, sai? Alcuni giorni so per certo che preferisco l’acqua alla terra. Ma il mio corpo mi mette in imbarazzo, allora non mi spoglio mai. Fino a quel giorno: ho tolto tutti vestiti e l’ho raggiunta in un attimo.”

Continuavo a non capire, non vedevo l’isola, sentivo freddo, non volevo che scoprisse che non avevo nulla sotto il cappotto, non volevo che vedesse il mio corpo.

Poi si girò verso di me, e fui al centro di tutti i suoi pensieri e di tutte le sue idee:

“Tu sai cos’è la distanza?” E io, che avrei potuto dare mille definizioni, rinunciai a qualsiasi parola, come se qualcuno avesse iniziato a picchiarmi.

“C’è un luogo dove abbiamo nascosto noi stessi: un luogo dove non riusciamo più ad arrivare perché abbiamo messo trappole ovunque.

Le trappole: ecco cos’è la distanza.”

In quel momento mi sono girata verso il lago, l’isola era proprio lì, di fronte a me, e io non avevo più nulla addosso.

[ot-video type=”youtube” url=”https://www.youtube.com/watch?v=Cvrjn_pF9tY”]


Tags assigned to this article:
alessandra pernaItalian Gods #8Luminalrubrica

Related Articles

Suede e Stereophonics live al Rock in Roma a luglio

Suede e Stereophonics live al Rock in Roma a luglio

#NuovoMei2016, primo piano sul giornalismo musicale

#NuovoMei2016, primo piano sul giornalismo musicale

David Bowie Is, la recensione del film della mostra

David Bowie è umano. Chi l’avrebbe mai detto? Perché tutti, fin dai suoi esordi, nutrivano dubbi al riguardo. Questa è

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.