Manuel Agnelli nuovo giudice di X Factor 2016

Manuel Agnelli nuovo giudice di X Factor 2016

È ufficiale. Era nell’aria. Manuel Agnelli è il nuovo giudice di X Factor 2016. Notizione, insomma, e con lui ci saranno anche Arisa, Fedez e un certo spagnolo mai sentito prima, Alvaro Soler.

Gli insulti stanno già volando ovunque. I commenti su Facebook sono pazzeschi, cattivi e allucinanti: “Venduto, testa di cazzo, incoerente, smetterò di guardare Sky, smetterò di guardare X Factor, smetterò di ascoltare gli Afterhours.”

Bè, una cosa è certa, se De Gregori va ad Amici, perché Agnelli non può andare a X Factor? Perché sui giovani e i talent diceva di scatarrarci su? Nella vita si cambia, si cresce, si riflette, e soprattutto i soldi che vedrà grazie a X Factor non li avrebbe mai visti in tutta la sua vita. E allora? Anche se lo avesse fatto solo per i soldi che male c’è? Nessuno è ipocrita. Chi avrebbe detto di no? Voi lo avreste fatto? Fama e soldi facili per giudicare dei giovani che vogliono provare a fare i cantanti? Ben venga, no? La verità è che chi insulta sembra sempre che lo faccia per invidia, questa è la verità. Come tutti i gruppi indie del cazzo che insultano tanto i talent e chi ha successo e poi pagherebbero oro per suonare a San Siro al posto dei Modà. È che i Modà ci suonano a San Siro, e tanti gruppi indie del cazzo no. Perché? Forse perché non sono poi così bravi, e spesso non hanno la possibilità di farsi conoscere e ascoltare da chi potrebbe farli diventare dei nuovi Ligabue. Ok. Ora a Manuel Agnelli, un grande della musica italiana indipendente, viene offerta la possibilità di partecipare come giudice a un programma che gli darà una visibilità incredibile. Sarà una vetrina pazzesca, per lui, per gli Aftetr, per la musica indie, forse. E allora, invece che insultare come sempre, non dovremmo essere felici, -se amiamo tanto la musica come diciamo- di sperare che poi il grande pubblico di massa possa conoscere una canzone come Dentro Marylin e apprezzrla? Magari 100 su un milione di telespettatori, compreranno i dischi degli After, e poi magari pure dei Marlene, dei Marta sui Tubi, ecc. ecc. Non sarebbe un bene per la musica italiana indipendente? Mia madre mica lo conosceva Morgan prima di X Factor. Non si è andata a comprare il disco, però ora lo stima, lo apprezza, se capita in tv ascolta quello che ha da dire e da cantare. Un giovane, invece, magari un disco dei Bluvertigo lo avrà comprato dopo aver visto Morgan a X Factor…

Ragazzi, haters del cazzo, basta a insultare, a criticare. Fateli voi i dischi degli After, e poi parlate. Fatevi una scopata in più, staccatevi da Facebook, ma soprattutto, cercate di realizzarvi, se no passerete la vita a odiare e poi sarà finita, e vedrete i rimpianti che avrete!

Good luck Manuel!

[ot-video type=”youtube” url=”https://www.youtube.com/watch?v=0L-hQYv3IcA”]



Related Articles

Descendents, gli orari ufficiali del live dell’11 giugno al Carroponte di Sesto San Giovanni (MI)

Di Rossella Romano   Mancano solamente sei giorni al live dei Descendents, che avrà luogo l’11 giugno al Carroponte di

Vesuvio Soundsystem, Massive Attack e altri a Bagnoli

Vesuvio Soundsystem, Massive Attack e altri a Bagnoli

Stanlio & Ollio – recensione del film

Arriva finalmente al cinema il biopic del duo comico più amato dal pubblico: Stanlio & Ollio. Diretto da Jon S.

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.