Manuel Agnelli nuovo giudice di X Factor 2016

Manuel Agnelli nuovo giudice di X Factor 2016

È ufficiale. Era nell’aria. Manuel Agnelli è il nuovo giudice di X Factor 2016. Notizione, insomma, e con lui ci saranno anche Arisa, Fedez e un certo spagnolo mai sentito prima, Alvaro Soler.

Gli insulti stanno già volando ovunque. I commenti su Facebook sono pazzeschi, cattivi e allucinanti: “Venduto, testa di cazzo, incoerente, smetterò di guardare Sky, smetterò di guardare X Factor, smetterò di ascoltare gli Afterhours.”

Bè, una cosa è certa, se De Gregori va ad Amici, perché Agnelli non può andare a X Factor? Perché sui giovani e i talent diceva di scatarrarci su? Nella vita si cambia, si cresce, si riflette, e soprattutto i soldi che vedrà grazie a X Factor non li avrebbe mai visti in tutta la sua vita. E allora? Anche se lo avesse fatto solo per i soldi che male c’è? Nessuno è ipocrita. Chi avrebbe detto di no? Voi lo avreste fatto? Fama e soldi facili per giudicare dei giovani che vogliono provare a fare i cantanti? Ben venga, no? La verità è che chi insulta sembra sempre che lo faccia per invidia, questa è la verità. Come tutti i gruppi indie del cazzo che insultano tanto i talent e chi ha successo e poi pagherebbero oro per suonare a San Siro al posto dei Modà. È che i Modà ci suonano a San Siro, e tanti gruppi indie del cazzo no. Perché? Forse perché non sono poi così bravi, e spesso non hanno la possibilità di farsi conoscere e ascoltare da chi potrebbe farli diventare dei nuovi Ligabue. Ok. Ora a Manuel Agnelli, un grande della musica italiana indipendente, viene offerta la possibilità di partecipare come giudice a un programma che gli darà una visibilità incredibile. Sarà una vetrina pazzesca, per lui, per gli Aftetr, per la musica indie, forse. E allora, invece che insultare come sempre, non dovremmo essere felici, -se amiamo tanto la musica come diciamo- di sperare che poi il grande pubblico di massa possa conoscere una canzone come Dentro Marylin e apprezzrla? Magari 100 su un milione di telespettatori, compreranno i dischi degli After, e poi magari pure dei Marlene, dei Marta sui Tubi, ecc. ecc. Non sarebbe un bene per la musica italiana indipendente? Mia madre mica lo conosceva Morgan prima di X Factor. Non si è andata a comprare il disco, però ora lo stima, lo apprezza, se capita in tv ascolta quello che ha da dire e da cantare. Un giovane, invece, magari un disco dei Bluvertigo lo avrà comprato dopo aver visto Morgan a X Factor…

Ragazzi, haters del cazzo, basta a insultare, a criticare. Fateli voi i dischi degli After, e poi parlate. Fatevi una scopata in più, staccatevi da Facebook, ma soprattutto, cercate di realizzarvi, se no passerete la vita a odiare e poi sarà finita, e vedrete i rimpianti che avrete!

Good luck Manuel!

[ot-video type=”youtube” url=”https://www.youtube.com/watch?v=0L-hQYv3IcA”]



Related Articles

Sem&Stènn, il nuovo singolo è “K.O.” feat. YaMatt

Sem&Stènn, il nuovo singolo è “K.O.” feat. YaMatt

FLASH MUSIC NEWS

“7 vizi Capitale”, il nuovo video di Piotta che anticipa l’album Nemici Piotta ha scelto i concittadini Il Muro del

Motta vince la Targa Tenco per la miglior Opera Prima

Motta vince la Targa Tenco per la miglior Opera Prima

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.