Cosa sia la credibilità io non lo so

Cosa sia la credibilità io non lo so

Di: I Nastri

“Perché quello nonostante non scriva più una hit da anni continua a vendere?
Siamo d’accordo, spero, riguardo questo punto: con i dischi non si vendono canzoni ma la credibilità di un artista. Al contrario, perché scrivo una hit dopo l’altra come quelle della radio e nessuno mi dà i suoi soldi?”

Cosa sia la credibilità io non lo so ma credo che si possa sviluppare la sensibilità in modo da essere convinti di percepirla.
Dove stanno i Nastri? I Nastri lavorano, sono musicisti, artisti, piegati in due a cercare di capire la propria identità, la credibilità, la verità sotto e la bellezza.
La verità è inaccessibile, la credibilità vaga, l’identità supposta, la bellezza soggettiva… cosa resta?
Il piacere.
Di scrivere musica, di sentir salire i tuoi echi dal pozzo, di aver gettato un sasso per sentirli e per farli sentire.
Il pubblico dei Nastri è ristretto e strano, lo osservo ma lo capisco poco; a qualcuno piace il testo, a qualcuno la melodia, a qualcuno il sound, a qualcuno quella soluzione, a qualcuno tu.
La musica non fa eccezione alla vita, quello che ci vedi dipende dalla tua consapevolezza: “quello che non è mio, mi dà la noia”.

[ot-video type=”youtube” url=”https://www.youtube.com/watch?v=RcnghBBmpDk”]

I Nastri sono contaminazione, sono musica che ti parla da lontano mostrando tutti suoi volti, le sue storie, le sue paure.
Dal 2012 I Nastri rappresentano le influenze e le esperienze artistiche maturate negli anni da Bongi, Robe e Fede: metriche progressive si fondono con l’hip hop, melodie pop sperimentali incontrano il rock e l’elettronica, testi intimisti e disillusi si alternano tra ripetizioni ossessive e toni rassicuranti.

I Nastri sono dove l’analogico incontra il digitale, dove smetti di chiedere e inizi ad ascoltare.

 

https://www.facebook.com/iNastri/

 

 

 

 


Tags assigned to this article:
editorialei nastri

Related Articles

Credo in una sola vita

Di: BARRIGA:   “Ciao! Ci sarebbe da scrivere un editoriale per Jaymag, praticamente hai carta bianca, puoi scrivere di quello

First, è così che ho battezzato il mio punto di svolta

Di: Matthew S First, è così che ho battezzato il mio punto di svolta. Con questo album, al quale ho

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.