Enrico Ruggeri: Reunion dei Decibel

Enrico Ruggeri: Reunion dei Decibel

Conferenza stampa al Liceo classico di Milano “Berchet“: a distanza di quarant’anni Enrico Ruggeri riunisce i Decibel, con Silvio Capeccia e Fulvio Muzio. Pubblicheranno “Noblesse Oblige“, un disco di 12 brani inediti e 3 grandi successi, in uscita il 10 marzo 2017, in preorder su Amazon da venerdì 16 dicembre, invece, in una Superfan limited edition al costo di 100 euro circa, alto volutamente, perché l’arte non va svenduta, come ha detto Ruggeri in conferenza.

IMG_8647

I tre non si erano mai persi di vista a quanto pare. Fulvio fa il medico, Silvio l’imprenditore, ma entrambi hanno continuato a suonare, a occuparsi di musicoterapia, di musica ambient, ecc. I tre si sono rivisti in occasione del concerto degli Sparks a Londra. Si sono ritrovati là, e a tutti e tre è venuta la brillante idea di riprovarci, solo se quello che ne sarebbe uscito fosse stato degno di nota. Hanno presentato il tutto ad Andrea Rosi, presidente Sony, che quando ha sentito quello che ne stava uscendo ha comunicato loro: “se non andate avanti vi ammazzo”.

Ruggeri in conferenza sembra arrabbiato, quasi schifato per la musica che si sente in giro oggi. In radio passa sempre la solita roba, cantanti che non riescono a distinguersi una dall’altra, canzoni brutte, fatte solo per vendere il più possibile, per piacere a tutti a tutti i costi, che si assomigliano tutte. E Ruggeri vuole tornare un po’ come per dire: “ora vi facciamo vedere come si fa la musica, cosa vuol dire fare musica e suonarsela davvero”.

Nell’Aula Magna del Berchet, c’era chi diceva che il disco è molto bello, e da domani sarà già in preorder su Amazon, per poi uscire il 10 marzo.

I concerti, ci saranno e saranno volutamente cari anche loro, perché i Decibel sono perché se ne intende, per chi ama davvero la musica ed è disposto a spendere.

D’altronde, sono quarant’anni di carriera, Ruggeri è un sessantenne, e non gli andava di festeggiare con un disco di duetti come fanno tutti.

Oggi Ruggeri ama dire di suonare musica classica, non certo pop, popolare. Il rock è diventato una musica adulta, quello che era la musica classica quando lui era bambino, e quindi sì, i Decibel si potranno definire musica classica. La musica oggi in Italia è in ritardo di una decina d’anni, siamo al livello della Moldavia, del Sud America. Il loro sarà un disco più brittanico che americano. Avrà arrangiamenti molto ricercati. I testi saranno di Ruggeri, la musica è di tutti e tre. Ruggeri dice di essere un falso umile e di aver fatto un bel disco, in realtà lo ritiene un gran gran bel disco.

Una grande canzone dal mondo dell’indie e del pop? Deve ancora arrivare.

Di tornare a Sanremo non se ne parla. Ruggeri c’è stato l’anno scorso in gara, e poi tutti avrebbero fatto i paragoni solo con Contessa.

Insomma, non resta che aspettare l’uscita del disco!


Tags assigned to this article:
decibelEnrico Ruggerireunion

Related Articles

Questione di stile – Johnny Cash

 “Colpisco me stesso oggi, per vedere se provo qualcosa… Mi concentro sul dolore,  l’unica vera cosa che c’è”. Nato a

AleX Bevilacqua, esce il 4 dicembre il nuovo singolo ‘La sindrome del divano’

Bevilacqua, esce il 4 dicembre il nuovo singolo ‘La sindrome del divano’

GionnyScandal, guarda il video del nuovo singolo ‘Ti Amo Ti Odio’

E’ disponibile su Youtube il video del nuovo singolo di GionnyScandal: ‘Ti Amo Ti Odio’. Diretta da Federico Santaiti la

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.