Moonlight – al cinema dal 16 febbraio 2017.

Moonlight – al cinema dal 16 febbraio 2017.

Arriva nelle sale italiane il 16 febbraio 2017, il film già vincitore del Golden Globe come Miglior Film e candidato a ben 8 premi Oscar: Moonlight, o anche la ricerca della propria identità, o anche la rivincita degli emarginati.

Diviso in tre capitoli, un po’ come una sorta di nuova Divina Commedia, il secondo film del regista americano Barry Jenkins, tratto dall’opera teatrale di Tarell Alvin McCraney, racconta i momenti centrali della vita di Chiron, quelli che ne hanno definito l’identità e ne hanno stabilito il destino, seguendo la sua evoluzione e i suoi cambiamenti dall’infanzia fino all’età adulta. Questo privato viaggio spirituale alla ricerca del proprio Io, è intriso di quei dolori e desideri che nel palesarsi modificano per sempre la vita di un individuo.

I temi toccati dal giovane regista di Miami sono molteplici: la razza, la sessualità, la virilità, la famiglia e l’amore, ma è l’identità al centro di questa storia aspra e amara, che pur raccontandoci la vita personale di un giovane omosessuale, mostra passaggi fondamentali e universali per la vita di ognuno di noi.

Moonlight al cinema dal 16 febbraio 2017

Se paragoniamo il film alla Divina Commedia dantesca, il primo capitolo, Little, potrebbe essere il paradiso. Qui Chiron riceve il “battesimo” dell’acqua dal suo amico/figura paterna Juan, uno spacciatore dal cuore buono, che prende il piccolo (Little) Chiron sotto la sua ala (e quella della sua compagna), aiutandolo a sopravvivere nel peggior quartiere di Miami e alla vita con una madre, che passa da stati di iperprotezione all’assenza.

Il secondo capitolo, Chiron, ci porta direttamente all’inferno, cioè all’adolescenza di Chiron, tra bulli che lo prendono di mira, la madre dentro al tunnel della droga e la scoperta della sua sessualità. Un’adolescenza segnata dal fuoco, “battesimo” ricevuto dall’amico Kevin, che oltre a far scoprire le canne al suo amico del cuore cerca di liberarlo dalla sua repressione sessuale, con risultati disastrosi.

In Moonlight il purgatorio è Black dove troviamo un Chiron diventato adulto e spacciatore, quasi una controfigura del suo caro Juan, eppure ancora imprigionato, inibito, dalla sua repressione sessuale. Per scontare la sua pena dovrà confrontarsi con il suo unico, vero amico e amore: Kevin.

Moonlight al cinema dal 16 febbraio 2017

“E’ straordinario osservare qualcuno che desidera fortemente esprimere qualcosa che ha dentro di sé, ma non trova il coraggio di esprimerlo” confessa il regista, e in effetti è proprio ciò che trasmette il film durante tutti e tre i suoi capitoli: l’impossibilità di esprimere se stesso da parte di Chiron.

Il mondo, la comunità, spesso prova a definirci, a decidere per noi il nostro percorso, il nostro destino, ma come dice Juan “Ad un certo punto dovrai decidere da solo chi vuoi diventare. Non lasciare che qualcuno decida per te.” E’ il modo in cui reagiamo alla definizione impostaci dalla comunità che plasma la nostra vita. “Certe volte piango talmente tanto che mi sembra di diventare liquido” è una delle poche confessioni di Chiron, il ragazzo che parla usando solo tre parole alla volta, il giovane che si sente fuori posto. Difficile non immedesimarsi con lui. L’essenza di questa emozionante storia è universale e parla a tutte le persone che si sono sentite o si sentono tutt’ora diverse dagli altri, fuori posto nel mondo e intrappolate in definizioni che non gli appartengono.

Moonlight è un film dolorosamente toccante. Da non perdere!


Tags assigned to this article:
Barry Jenkinscinemafilmmoonlightoscar 2017

Related Articles

Toquinho, Vanoni, Britti al Teatro Manzoni

Martedì 6 ottobre e mercoledì 7 ottobre, alle ore 21, il chitarrista brasiliano Toquinho salirà sul palco del Teatro Manzoni

#ètuttodiverso, dialogo tra disabilità e arte a Milano

#ètuttodiverso, dialogo tra disabilità e arte a Milano

Batà Ngoma, esce il 12 gennaio l’album ‘Don’t Stress’

Batà Ngoma, esce il 12 gennaio l’album ‘Don’t Stress’

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.