Videointervista ai Decibel

Videointervista ai Decibel

Di: Di Mickey E. Vil dei The Mugshots (Radio Onda D’urto)

La prima cosa si nota alla data zero della reunion dei Decibel in quel di Castelleone: quanti giovani! E chi li ha mai visti tutti questi ragazzi ai concerti degli Stranglers, normalmente popolati da un pubblico più o meno coetaneo della band? Si saranno poi divertiti questi giovincelli? Eccome! Lo show è adrenalinico, coinvolgente e vario: l’introduzione perfetta è Walk On The Wild Side, sottofondo adatto per il Rouge che racconta i primi passi degli “young dudes” chiusi per ore nelle cantine milanesi a sognare il palco che ora calcano. Lo spettacolo offre altri due brani che i Decibel hanno amato e vissuto come modelli: Sweet Jane nella versione chitarristica Hunter/Wagner di Rock And Roll Animal e The Man Who Sold The World del compianto Duca Bianco. Il resto è un susseguirsi di brani storici (che emozione sentire Il Lavaggio Del Cervello!) e nuovi, tratti dal nuovissimo Noblesse Oblige, perfetto cocktail di sensazioni New Wave, cabaret e fine cantautorato. I Decibel sono tornati e fanno sul serio: sfidano la tirannia “anagrafica” di Kronos per cedere il passo all’attimo eterno di Aiòn: 1977? 2017? Che differenza fa, se il risultato è il medesimo? La parola a Silvio Capeccia, Fulvio Muzio ed Enrico Ruggeri!


Tags assigned to this article:
decibelintervista

Related Articles

Sin/Cos, intervista

Sin/Cos, la videointervista Abbiamo intervistato i Sin/Cos in occasione della loro data milanese alla Salumeria della Musica. Lunga conversazione e

Nate Ruess, intervista

Dopo il successo planetario ottenuto con i “Fun”,  Nate Ruess riparte con un progetto solista, una nuova vita con grandi

Il Teatro degli Orrori, intervista

Il Teatro degli Orrori, la nostra intervista in occasione dell’uscita del loro nuovo album omonimo…

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.