Videointervista ai Decibel

Videointervista ai Decibel

Di: Di Mickey E. Vil dei The Mugshots (Radio Onda D’urto)

La prima cosa si nota alla data zero della reunion dei Decibel in quel di Castelleone: quanti giovani! E chi li ha mai visti tutti questi ragazzi ai concerti degli Stranglers, normalmente popolati da un pubblico più o meno coetaneo della band? Si saranno poi divertiti questi giovincelli? Eccome! Lo show è adrenalinico, coinvolgente e vario: l’introduzione perfetta è Walk On The Wild Side, sottofondo adatto per il Rouge che racconta i primi passi degli “young dudes” chiusi per ore nelle cantine milanesi a sognare il palco che ora calcano. Lo spettacolo offre altri due brani che i Decibel hanno amato e vissuto come modelli: Sweet Jane nella versione chitarristica Hunter/Wagner di Rock And Roll Animal e The Man Who Sold The World del compianto Duca Bianco. Il resto è un susseguirsi di brani storici (che emozione sentire Il Lavaggio Del Cervello!) e nuovi, tratti dal nuovissimo Noblesse Oblige, perfetto cocktail di sensazioni New Wave, cabaret e fine cantautorato. I Decibel sono tornati e fanno sul serio: sfidano la tirannia “anagrafica” di Kronos per cedere il passo all’attimo eterno di Aiòn: 1977? 2017? Che differenza fa, se il risultato è il medesimo? La parola a Silvio Capeccia, Fulvio Muzio ed Enrico Ruggeri!


Tags assigned to this article:
decibelintervista

Related Articles

Sin/Cos, intervista

Sin/Cos, la videointervista Abbiamo intervistato i Sin/Cos in occasione della loro data milanese alla Salumeria della Musica. Lunga conversazione e

TEss, intervista

  TEss presenta il suo album di debutto, “Soul whisperer”, ed è all’anima che sussurra con la sua musica soave.

Max Papeschi, intervista

Intervista a Max Papeschi Jaymag non è solo musica. E allora ecco qui la nostra prima intervista ad un artista

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.