Buon Compleanno Smemo! Quarant’anni di passione, di libertà e di vita. Il 2018 è ‘Live!’

Buon Compleanno Smemo! Quarant’anni di passione, di libertà e di vita. Il 2018 è ‘Live!’

Di Rossella Romano

Quarant’anni e non sentirli. La Smemoranda è un vero e proprio oggetto di culto, che accompagna i ragazzi tra i banchi di scuola da generazioni. Molto più di un’agenda, molto più di un diario, un vero e proprio racconto di vita. Ed è proprio questo il tema scelto per festeggiare l’importantissimo compleanno che si celebra con l’edizione del 2018. “Live!”, oltre la testiera, oltre il virtuale, oltre i social. “Vivere l’attimo, cogliere il momento, rischiare di sbagliare, tutto senza filtri, in diretta”, dice Nico Colonna, che con Gino & Michele si occupa da sempre di selezionare idee, argomenti e contributi sempre nuovi e interessanti.

“Abbiamo più volte cercato di ricostruire con precisione la storia di Smemoranda e del suo mondo, ma arrivare alle radici vere è difficile per tutti, come accade quando le cose non nascono da un progetto a tavolino ma soprattutto da un’esigenza e da un’intuizione collettive. La più famosa agenda-diario-libro del nostro paese ha origini lontane, nel 1979 e forse l’anno prima si può considerare come “antenato ufficiale” una specie di agenda rossa con una sedia da regista in copertina. Non si chiamava ancora Smemoranda, ma già aveva i quadretti…”, raccontano Gino & Michele della loro creatura.

La Smemo, che è un vero must per i giovani (la sottoscritta conserva ancora come delle reliquie tutti i diari, consumati, customizzati e pieni di dediche di ogni classe delle superiori), negli anni è diventata anche organiser per gli universitari, notebook per i professionisti ed ha arricchito la sua proposta con quaderni, astucci e zaini, sempre diversi, sempre più innovativi. Una diversificazione di prodotto vincente, che ha reso la Smemo compagna fedele del quotidiano, e non solo.

                                       Natali

E come sempre, per l’edizione “Live!” 2018 è ricca di sorprese. Tra gli oltre 100 contributor, che rendono il diario ancor più speciale, ci sono delle new entry amatissime come 100 collaboratori – tra cui tantissime new entry come Bebe Vio, Roberto Saviano, Giacomo Mazzariol, Clementino, Il Terzo Segreto di Satira – a raccontare, nel modo più libero e spontaneo, cosa significhi vivere davvero. LIVE! è un concerto dal vivo, come quello dei Muse raccontato da Licia Troisi, o l’esibizione improvvisata da milioni di views in Stazione Centrale di Milano del pianista Emanuele Fasano. LIVE! è un evento sportivo epocale –Andrea Dovizioso e Ivan Zaytsev ne sanno qualcosa – o semplicemente quella volta che ti sei sentito davvero vivo come iPantellas al loro primo evento da star di youtube. Tra i giovani campioni, amati e chiacchierati, spiccano i nomi di Donnarumma e Roberto Gagliardini. Insomma, ce n’è per tutti i gusti. Senza dimenticare le strip degli illustratori, che allietano i momenti grigi delle ore più pesanti tra i banchi con i loro disegni, dissacranti ed umoristici.

Oltre alla versione classic in 6 colori per 10 varianti di copertina e 3 formati, ci sono le Smemo Special Edition: ben 3 copertine speciali disponibili in doppio formato. La cover disco permette di scegliere ogni giorno di che umore ci si sente; la cover elastici trasforma il diario in un portatutto; la cover T-shirt, per “vestire” e “svestire” la Smemo come pare e piace.
Ma non è tutto, Smemo è anche sul web con una community di 740 mila amici su Facebook, 16,5 mila follower su Twitter e 35,5 mila su Instagram. Il sito ufficiale offre contenuti speciali (c’è un codice da grattare all’interno di ogni agenda) ed è il lavorazione una web serie dedicata alla scuola.
Come si suol dire, una Smemoranda è per sempre.

Grazie per questi quarant’anni e per le avventure che abbiamo impresso con passione sulle tue pagine, cara Smemo.

                                Altan



Related Articles

Upcycle Sounday e Sangue Disken, musica, relax e zero hipster a Milano? si può!

Nella Milano dell’Expò e dei grandi eventi, in una Estate che si prepara ad arrivare con la sua vagonata di

Jonathan Wilson, due date in Italia ad Aprile

Jonathan Wilson, due date in Italia ad Aprile

Libri: La recensione del saggio di Guido Giarelli

Libri: La recensione del saggio di Guido Giarelli

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.