Findlay arriva il 17 Novembre a Milano con ‘Forgotten Pleasure’. L’intervista.

Findlay arriva il 17 Novembre a Milano con ‘Forgotten Pleasure’. L’intervista.

Di Rossella Romano

Findlay ha a 26 anni e si è già esibita sui palchi di importanti festival: Reading and Leeds, Isola di Wight, Liverpool Sound City. Ma non è tutto: ha anche aperto i concerti di Jake Bugg, Miles Kane e Brandon Flowers
La giovane cantautrice nata e cresciuta a Manchester, arriva per la prima volta al Serraglio di Milano il 17 novembre per l’unica esibizione live in Italia del suo tour europeo.
L’occasione: presentare dal vivo il suo primo album, “Forgotten Pleasure” uscito a marzo 2017. Tredici tracce che raccontano senza filtri la follia di Londra, città in cui vive, le anime rotte, gli umori caotici, il feroce appetito di vita, la dipendenza dall’amore, i fallimenti e i dubbi che permeano tutto.
Tra le tracce contenute in questo lavoro, il brano “On & Off” è stato scelto da BMW nella recente campagna internazionale.
Findlay scrive e compone da sola con chitarra e pianoforte, trasformando voce e parole in ritmi di batteria, alla ricerca sempre di suoni elettronici particolari e nuovi. Il suo repertorio spazia dall’hip hop al garage pop, ama il rock psichedelico e il blues.

Abbiamo fatto due chiacchiere con la giovane cantautrice, buona lettura,

Ciao Findlay, piacere di conoscerti. Iniziamo subito a parlare del tuo primo album, “Forgotten Pleasure”. Come mai questo titolo?

“Forgotten Pleasure” è il nome di una delle tracce contenute nel disco. E’ stata una tra le ultime canzoni che ho scritto per questo lavoro e mi piace molto l’immaginario che le parole del brano evocano. Penso che il titolo rappresenti molto bene il contenuto dell’album.

Com’è nato questo disco?

Non è nato di getto ma è stato concepito in maniera graduale. Alcune tracce hanno un paio di anni mentre altre sono più recenti.

Dove hai tratto ispirazione per scrivere i pezzi?

Quando scrivo, mi ispiro a molte cose. Racconto la mia vita, i miei sentimenti e tutto ciò che mi succede. Scrivo anche di altre persone e di concetti che non hanno nulla a che vedere tra di loro. Penso che si debba cercare ispirazioni differenti ogni volta, altrimenti le tue canzoni saranno stantie.
C’è una canzone, tra quelle nell’album, che ti rappresenta di più? Perché?

In realtà no. Mi sento connessa a tutte le canzoni in maniera differente. In questo momento il mio brano preferito è “Sunday Morning In The Afternoon” anche se non mi potrei sentire più lontana da tale testo ora, pensandoci bene… Ero molto triste quando ho scritto il pezzo, adesso sto decisamente meglio.

Cosa hai pensato quando hai sentito il tuo brano “On & Off” come colonna sonora di una pubblicità della BMW?

Ho pensato che mi sarebbe arrivato un buon assegno.

Quali sono gli artisti che ti ispirano di più?

Lou Reed, David Bowie, St. Vincent, Regina Spector, Nina Simone, The Beatles, Lana Del Rey, Beck, Elvis.… troppi da elencare.

Se dovessi a pensare ad un musicista o cantante per una collaborazione, chi sceglieresti?

Collaborare con i Tame Impala sarebbe fantastico. Oppure con Ringo Starr, lo adoro.
.
Hai realizzato degli show incredibili a Festival come Reading and Leed e Isle Of Wight, mi racconti qualcosa in merito a queste esperienze?

Attualmente preferisco suonare in Festival fuori dal Regno Unito. Abbiamo realizzato dei concerti fantastici quest’anno in tutto il Mondo. Ad esempio in Corsica, nel sud della Francia e al Fusion Festival di Berlino….Non so se lo preferisco perchè ho la sensazione di stare in vacanza, suonando lontano da casa. L’Inghilterra è così grigia, e fa sempre freddo anche a estate inoltrata…

Il 17 Novembre suonerai al Serraglio di Milano, cosa vedremo sul palco?

Suonerò tutto “Forgotten Pleasure” e alcune cover, ci sarà spazio anche per qualche inedito.

Cosa provi quando suoni dal vivo?

Amo suonare dal vivo e essere in tour, è ciò per cui vivo. Mi rende felice suonare per delle persone interessate ad ascoltare la mia musica.

E riguardo ai tuoi piani futuri, cosa mi puoi dire?

Saremo in tour per le prossime settimane, torneremo poi dal vivo nel Regno Unito a Dicembre. Ci sarà il SXSW il prossimo anno, altri concerti in Europa … e lavorerò anche al prossimo disco.


Tags assigned to this article:
concertoFindlayFogotten Pleasuremilanonovembre

Related Articles

Il nostro report di Sanremo

Sanremo, il nostro Report. Ecco com’è andata…

Le ossessioni culinarie di un giovane scrittore di successo che voleva fare il DJ

Le ossessioni culinarie di un giovane scrittore di successo che voleva fare il DJ

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.