Quando si è in una stanza con uno stereo

Quando si è in una stanza con uno stereo

Di: Acustica

Ognuno di noi ha iniziato a far musica per motivi diversi. Ciò che accomuna chi decide di comporre musica – cioè di creare da zero, perché per noi questo è far musica – pensiamo sia la necessità di esprimersi. Il linguaggio, le parole, a noi non bastano per dire quello che vorremmo, o saremmo degli scrittori. Per noi fare musica è quanto più personale ed intimo possa esserci. Il nostro modo di fare musica, poi, si basa primariamente sulla passione, che mettiamo sempre in ogni brano che creiamo, che in qualche modo rappresenta sempre una parte di noi stessi.
Quando si è in una stanza con uno stereo, o in viaggio con le cuffie, o in ogni altra situazione in cui ci si dedica primariamente all’ascolto, la musica prende forma ed entra dentro di noi, scatenando sensazioni ed emozioni. E lo stesso accade componendo, creando canzoni, si è come in uno stato di trance, di immersione profonda, di ascolto in senso lato. È ironico pensare che quando sei lì sul palco tutti i sentimenti che hanno partecipato alla stesura dei tuoi brani stanno uscendo e arrivando alle orecchie di, se sei fortunato, migliaia di persone. Di certo se ci venisse chiesto di parlare dei nostri più profondi sentimenti davanti allo stesso pubblico non lo faremmo, eppure suonando e cantando funziona.

Sul fondo è un album che si basa sulla dualità, sul contrasto, esattamente come nella vita di ognuno di noi. Sotto la superficie dell’iceberg c’è molto più di ciò che appare. Eppure, la punta dell’iceberg, la nostra superficie, la parte di noi che mostriamo al mondo di tutti i giorni, esiste solo grazie alla colonna di ghiaccio che c’è sotto. Abbiamo cercato quindi di riprodurre questo effetto, dato che le due cose sono indissolubili: ci sono dei brani sotto la superficie, altri invece che affiorano. Le cose non hanno una sola natura, ma una dualità volendo comunque semplificare, molteplici a dirla tutta. E noi abbiamo provato a ricreare questo concetto con la nostra musica.

Bio:

Gli Acustica sono Andrea (chitarre, voci), Marco (basso, cori) e Giovanni (batteria, percussioni).

Essi rappresentano una realtà musicale plasmata nel giugno 2015. Ricerca di sonorità non convenzionali e consolidamento della base ritmica rappresentano i principi su cui si basa quest’ alternative/post-rock band pisana.

Hanno vinto l’”Underground Live Space” contest organizzato da garageradio.it presso il Blitz Live Music Pub di San Giovanni alla Vena (PI), che ha permesso loro di registrare il singolo “Un cane”. La giuria era composta da artisti noti nel panorama musicale toscano e nazionale.

La band ha concluso da poco la campagna crowdfunding con Musicraiser, e sta registrando il primo album dal titolo “Sul Fondo”, che uscirà ufficialmente nel settembre 2017 per Beng! Dischi.

Link

Facebook: acusticamusicband

Youtube: www.youtube.com/channel/UCuRAxeqD_GQ8mhAV96Tv43g

 


Tags assigned to this article:
acusticaeditoriale

Related Articles

A ciascuno il suo compito

Di: Muna A ciascuno il suo compito, non sono un letterato, sono un musicista, un musicista ricercatore che però adesso

La smetti di svegliarmi nel cuore della notte?

Di: Alessandra Perna Quando mi hanno telefonato per dirmi che era morto non ho pianto. A dire la verità non

La passione come unica ragione

Di: Giorgio Falsaperna (Le Scimmie Astronauta) Alla continua ricerca di sfoghi e alternative che sazino il suo desiderio di avere

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.