Il Pagante, il nuovo singolo è ‘Dress Code’ ft Samuel Heron

Il Pagante, il nuovo singolo è ‘Dress Code’ ft Samuel Heron

“Dress Code” è il nuovo singolo nato dalla collaborazione tra il trio milanese IL PAGANTE e il rapper SAMUEL HERON, disponile dal 12 Gennaio 2018 su iTunes, Spotify e tutte le piattaforme digitali. Il VIDEO estratto è stato realizzato da Igor Grbesic & Marc Lucas

“Dress Code” affronta con la giusta dose di ironia e naturalmente con la classica spregiudicatezza del linguaggio “pagante” i cliché esistenti nel mondo della moda e l’influenza che esercitano sui giovanissimi italiani. Il trio milanese, accompagnato dal rapper Samuel Heron, passa in rassegna alcuni tra gli eventi più cool del momento, tra cui la Vogue Fashion Night Out e i party di Philipp Plein, insieme ai brand più in voga: Balenciaga, Gucci, Moschino, Stone Island, Off White, che vengono richiamati per descrivere l’ossessione tipica dei millennials verso i capi costosi, con il riferimento al fenomeno ormai consolidato di fashion bloggers ed aspiranti tali. Da qui la nascita del “dress code”, ovvero la regola di stile da seguire per essere ammessi al party, per essere “diversi” dal resto del mondo ma alla fine tutti uguali. Anche la cover del singolo, molto d’impatto, va a ridicolizzare tutto ciò che è brandizzato, riconfigurando in chiave moda il Bacio, dipinto da Francesco Hayez nel 1859.
Il Pagante è un trio milanese nato da un progetto web, la cui idea originaria era quella di fare sarcasmo su alcuni atteggiamenti della gioventù milanese, dove sono proprio i giovani a parlare di giovani, tra moda, mondanità, vita notturna e scuola. Tra il 2012 e il 2016 raggiungono il successo con hit come “Sbatti”, “Faccio After” e “Pettinero”, diventando velocemente virali sul web, registrando milioni di visualizzazioni sui loro canali e consolidandosi come trend setter di lifestlyle giovanile. Nel 2016 esce “Entro in pass”, il primo album prodotto da Warner Music che raccoglie tutti i successi usciti negli anni precedenti e racconta con scanzonata ironia la realtà in cui vivono i giovani in Italia, da una parte costruendo una parodia dei suoi aspetti più estremi e controversi, dall’altra facendosi portavoce delle abitudini e dei luoghi comuni della gioventù italiana, dalle notti in discoteca fino agli esami universitari. Dopo essersi esibiti sui palchi dei più importanti club nazionali, il trio è stato ospite del programma televisivo Colorado, Coca Cola Summer Festival, Bring the Noise e ha collaborato con MTV per la realizzazione della sigla della trasmissione “Riccanza” per le prime due stagioni del programma.

Samuel Heron è uno dei nomi più freschi e promettenti nel panorama del rap e dell’hip hop italiano, cresciuto con l’influenza musicale di tutto il panorama della black Music, prima come ballerino poi come autore, beatmaker e rapper. “Heron” deriva appunto da Gil Scott Heron, Cantante Soul che ha influenza profondamente la sua vita, superata una prima esperienza musicale con il collettivo Bushwaka intraprende la carriera da Solista nel giugno 2016 pubblicado il primo singolo “Illegale”. Ad oggi sono 9 i singoli attivi racchiusi nella raccolta “Genkidama”. “Bella”, ultimo singolo pubblicato, è stato pensato e scritto per soddisfare una voglia dell’artista di una sonorità più 90’s unita alla sua sonorità tipica. La fusione ha portato ad una crossover di generi con l’obiettivo di rendere difficile la collocazione dell’artista in un genere definito.


Tags assigned to this article:
dress codeIl Pagantesamuel heron

Related Articles

I Project-TO presentano The White Side, The Black Side

Di: Andrea Roddi Doppio album per il combo torinese capitanato dal ricercatore sonoro e visivo Riccardo Mazza (già collaboratore di

Yato, guarda il nuovo video “Servo di un’idea”

“Servo di un’idea”, singolo/videoclip estratto da “Fuck Simile”, primo album del cantautore electro vocal Yato in uscita il 28 marzo.

MAROON 5: Adam Levine nudo nel nuovo video

Pochi secondi in realtà, ma che manderanno in visibilio milioni di fan innamorati di Adam Levine. Già li sentiamo gli

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.