La corsa della vita

La corsa della vita

A cura di Gabriella Ciccopiedi

Genere: Narrativa
Casa Editrice: Il Seme Bianco
Collana: Magnolia
Pagine: 100
Codice ISBN: 978-8885452374

La vita è un’eterna corsa: una maratona per la felicità che passa attraverso il lavoro, la stabilità, l’amore; ma cosa succede alle nuove generazioni che, correndo, cadono più volte di quanto riescano a stare in piedi? Cosa c’è di sbagliato? La leggenda del posto fisso, della tranquillità economica, di una vita sana, di un amore duraturo: cosa è rimasto di tutto questo?

Roberto Addeo, nel suo nuovo libro La luna allo zoo, parla di questo, di questa corsa, di queste cadute. Parla dei lavori precari e a salario minimo, lavori che non riescono a farti arrivare a fine mese – e a volte, neanche a metà mese. Parla delle storie d’amore, di quelle relazioni in cui dell’amore c’è ben poco, precari come il resto dell’esistenza dei giovani adulti.

Parla di tanto e parla di tutto Roberto Addeo, descrivendo la vita in maniera cruda e grottesca, rivelando al mondo le brutture della vita moderna. Porta il suo protagonista in giro per Bologna e Napoli, in case fatiscenti e con coinquilini più simili ad animali che ad esseri umani. Ed è questa la bravura dell’autore: insieme al protagonista, porta anche il lettore tra le strade di Bologna, tra i vicoli di Napoli, senza nascondere nulla, rivelando l’orrore dell’esistenza moderna in cui tutto è passeggero ed evanescente. Senza censure, senza indorare la pillola, il lettore viene trascinato dal protagonista nella sua vita, nelle brutture della vita moderna come a voler preparare i nuovi giovani a quello che li aspetta là fuori, che il mondo non è più come lo descrivono i genitori. Un mondo nuovo e strano, dove il posto fisso è un sogno irrealizzabile, dove l’amore è un sentimento evanescente, dove le persone sono più simili agli animali allo zoo che agli esseri umani di una volta. Roberto Addeo descrive un mondo lontano dall’idea comune ma, eppure, così vicino da essere raggiunto con un passo, da cui ci si tiene alla larga ma che sentiamo le urla che ci spingono a girarci per curiosità, per guardare meglio ma senza avvicinarci più di tanto, terrorizzati dall’entrarci.
Racconta il grottesco e il tragicomico in un mix letale fatto della cruda verità come nessuno l’ha mai descritta, senza nascondere, senza abbellire un mondo reale e marcio come nessuno l’ha mai raccontato, quasi ad educare le nuove generazioni a quello che li aspetta lì fuori. Quasi a far capire che lì fuori non c’è mai stato il mondo delle favole, ma ad attenderli c’è una realtà in cui bisogna combattere per quel che veramente si vuole per non essere sconfitti dal crudele avversario: la vita.


Tags assigned to this article:
librirecensioneRoberto Addeo

Related Articles

Thom Yorke, 18 giorni di musica

18 giorni, 432 ore o, se vogliamo amplificare ancor di più la sorprendente impresa, 25.920 minuti di musica totalmente inedita

Anche Andrea Bocelli sul palco degli MTV EMA

Continuano a fioccare nomi in arrivo al Gran galà milanese degli MTV EMA. E’ di questa mattina l’annuncio della presenza

Florence + The Machine, nuovo album

Anticipato dai singoli “What Kind Of Man“, il cui video diretto da Vincent  Haycock con la coreografia di Ryan Heffington

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.