The Twinkles, il nuovo album è ‘We Come Along’

The Twinkles, il nuovo album è ‘We Come Along’

Signore e signori, benvenuti nel punk rock! Con l’anima ribelle dei Green Day e le venature surf dei Beach Boys, i The Twinkles hanno portato alla luce il nuovo album We Come Along, uscito il 10 maggio per Rocketman Records.
Con l’irriverenza nelle vene, la band sceglie come brano di apertura Ludwig the Punk, in cui anche Beethoven viene chiamato ad indossare giacche di pelle, spille e borchie, con tanto di cresta colorata mentre imbraccia una chitarra, come nel più tipico degli immaginari legati alla scene britannica, in particolare al ’77 punk, a cui evidentemente il trio trevigiano si ispira.
La band, nata nel 1996, rappresenta un baluardo storico del genere (possiamo definirlo più appropriatamente un “movimento”) e vanta una serie di successi nazionali e internazionali costellati da un ritmo live frenetico che l’ha portata a diffondere il suo verbo in tutta Europa e perfino in Giappone. Non possiamo non menzionare i significativi riconoscimenti e soddisfazioni come l’arrivo in finalissima all’Heineken Jammin’ Festival Contest, dopo essere stata scelta tra 2.212 band in tutta Italia! Oltre ad aver suonato sul second stage allestito all’interno del Green Village, in cui erano presenti star del calibro di Metallica, The Darkness, Avenged Seven Fold, Lacuna Coil, Living Thing, Trivium.
Tornando all’album, voglio soffermarmi sul nuovo video-single Bubblegum Girl, onestamente la mia preferita dell’intero lavoro. C’è il classico ritratto della ballata punk sia nelle sonorità che nei testi. Particolare menzione meritano i cori, davvero molto Beach Boys, un gruppo che al punk può sembrare completamente estraneo e invece, almeno in questo pezzo, funge da perfetto orpelli e ponte tra il pop lisergico dei ’60s e la scanzonatezza dei ’90s.
Nell’incipit di Your Time Has Come si riesce ad intercettare il suono dei Duran Duran di Wild Boys, vere e proprie icone pop punk degli anni ’80 a rappresentare un tuffo nel passato che, come tutta l’attitudine vintage, ritorna di moda e diventa ancora più ricercato poiché impregnato di sofisticazioni sonore che forse all’epoca (…che brutto riferirsi agli anni ’80 dicendo “all’epoca”, soprattutto per noi settantasettini!!) non erano ancora state sperimentate.
Il carismatico Nick Mess è l’attivissimo frontman dei The Twinkles, sempre più desideroso di portare avanti il messaggio “Spazio e possibilità di suonare a chi crea musica propria”, da cui il nome dell’album atto ad esprimere la volontà di diffondere questo concetto rendendone intriso ogni brano che lo compone.
Una carica esplosiva di energia come in Rich Girl, dove non si può fare a meno di saltare e ballare immaginando i contesti, anche internazionali, in cui i The Twinkles hanno dato il meglio di sé (e continueranno a dare) scuotendo a suon di punk-rock le masse.
Si capisce che We Come Along è il frutto di un gruppo che ha fatto dell’esperienza su palcoscenici di un certo rilievo la propria forza e che non intende certo fermarsi adesso. Un album che accontenterà senz’altro i puristi del furore e dello spirito ribelle proprio del ’77 punk, lasciando aperta la porta anche a coloro che non disdegnano la positività e leggerezza di certe venature pop.
La DonnaRiccia
Segui La DonnaRiccia su
http://ladonnaricciavaincitta.blogspot.it/
https://diariodiviaggioclub.wordpress.com/

Contatti The Twinkles
Fanpage https://www.facebook.com/thetwinkles/


Tags assigned to this article:
nuovo albumThe TwinklesWe Come along'

Related Articles

LIMP BIZKIT, Fred Durst è il vero “Gold Cobra” del nu-metal

Mettete sul palco un cantante sfrontato, esuberante, e sempre pronto a dire la sua…Aggiungeteci un geniale chitarrista che ha fatto

Don Giovanni al Teatro Nuovo, la recensione

Mezzora di ritardo è un po’ esagerata, anche se si tratta di una prima, soprattutto se questa mezzora la passi

Manuel Agnelli nuovo giudice di X Factor 2016

È ufficiale. Era nell’aria. Manuel Agnelli è il nuovo giudice di X Factor 2016. Notizione, insomma, e con lui ci

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.