Zeffjack, il nuovo album è ‘Friendless’

Zeffjack, il nuovo album è ‘Friendless’

di Marco Zoli

Il nuovo album Friendless degli Zeffjack, trio strumentale del parmense attivo dal 2000, può suonare piatto e ripetitivo, ma forse non è così.

Dopo qualche EP in passato, il protagonista indiscusso dell’album è la chitarra, che taglia, illumina, stride e ghiaccia, senza mai lasciarsi andare davvero. Complice il basso, che segue in sottofondo facendo da legante tra le parti ritmiche e melodiche.

Nonostante infatti, chitarra e basso giochino abbastanza su distorsioni ed effetti, saggiamente impresse su piste analogiche presso il Real Sound Studio di Milano, va detto che le tracce in Friendless spesso evitano soluzioni divergenti, “prog” o alternative, diventando un po’ tutte simili tra loro, senza troppi spunti innovativi.

Proprio perché così strumentale, il lavoro del trio, ricordando vagamente i Placebo e i Bloc Party, conduce verso sonorità strette e frattali che fanno avvolgere le canzoni su loro stesse, evocando atmosfere riflessive di attesa, come nuvole che scorrono nel cielo. Così come viene ripreso nel video di Poretti Party, dove compare il solo batterista in vari scenari isolati, di provincia e angoscianti, che si ripetono in sequenza (analogamente al video The View from the Afternoon dei ben noti Arctic Monkeys).

Tuttavia, rimane incompreso il significato della maschera da maiale indossata dal protagonista della clip. Sembra essere niente più di uno scherzo. Andando avanti con le tracce dell’album, si consolida presto l’idea che l’assenza della voce può risultare un deficit dal punto di vista dell’espressività, della variabilità e della comunicazione.

Allo stesso tempo, però, l’assenza del cantato è anche il lato positivo della band, che lascia all’ascoltatore la libera interpretazione del suono, confidando nell’immaginazione. Ed è così che mancando un contenuto verbale veicolato dalle lyrics, la musica in sé, nelle sue varie sfumature, è il messaggio da ricercare, come dimostrato, ad esempio, nel pezzo Demo Cemetery.

Facebook https://www.facebook.com/zeffjackband/
HYPERLINK “https://open.spotify.com/album/4CpquqywIpVZNGqZx7W5Qw” \n


Tags assigned to this article:
FriendlessZeffjack

Related Articles

Beck’s: parte Road To Independence con 12 nuovi talenti

Beck’s: parte Road To Independence con 12 nuovi talenti.

La playlist dei May Gray, “Il nostro Festival ideale” for JAYMAG

Nuova playlist compilata per JayMag. Questa volta la selezione è dei May Gray. May Gray, un modo di dire californiano,

Quali sono i vostri scheletri (canzoni) nell’armadio?

Non ho scheletri nell’armadio, ma un botto di canzoni da ascoltare rigorosamente quando sono certo di essere da solo, ho

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.