Tony Hadley, ‘Talking To The Moon’: un nuovo capitolo dopo gli Spandau Ballet

Tony Hadley, ‘Talking To The Moon’: un nuovo capitolo dopo gli Spandau Ballet

Di Rossella Romano

Si intitola “Talking To The Moon” il nuovo lavoro in studio di Tony Hadley, ex voce degli Spandau Ballet.
L’album solista, in uscita oggi 17 maggio, arriva dopo “Passing Strangers” del 2006 ed apre un nuovo capitolo della carriera artistica del cantante. Hadley ha voluto realizzare un disco che fosse totalmente per lui, come ci racconta in conferenza stampa: “Queste tracce sono nate in maniera molto spontanea. Sono andato in studio, ho registrato delle demo sulle quali poi ho lavorato per dare vita ai pezzi che compongono ‘Talking To The Moon’. Ho voluto realizzare un disco che fosse per me”.
Hadley continua: “Mi sono affidato a dei professionisti, che stimo molto e che sono anche degli amici: Gary Stevenson e Mick Lister. Abbiamo lavorato molto bene insieme.”.
L’album è stato co-scritto da Tony con una serie di altri cantautori di talento. Tonight Belongs To Us e How I Feel About You sono stati entrambi scritti da Toby Gad (tra gli altri, All Of Me di John Legend e If I Were A Boy di Beyonce). Peter Cox e Richard Drummie di Go West hanno contribuito a Skin Deep. Altre collaborazioni comprendono l’operistico Killer Blow, scritto con Blair Mackichan e What Am I – un brano profondamente personale sull’abbandono degli Spandau Ballet, scritto a due mani proprio con Lister.
“‘What I Am’ è una canzone molto intima, parla sicuramente dell’addio agli Spandau ma si può riferire a molte fasi della vita. E’ un testo adattabile a più esperienze nelle quali ci imbattiamo nell’arco della nostra esistenza.Un brano personale in cui tutti possono però ritrovarsi”, commenta l’artista in merito.
Con Tony si parla anche del suo rapporto speciale con l’Italia: “Ho un ottimo rapporto con l’Italia, sono sempre stato trattato bene, anche quando venivo con gli Spandau Ballet. E’ sempre un piacere venire ui”. Ma s parla anche di un altro rapporto, quello con i Duran Duran e Simon Le Bon: “La rivalità tra le due band è stata frutto dei giornali del tempo, ho sempre rispettato i Duran Duran e Simon Le Bon. Siamo in buoni rapporti“, afferma Hadley.

La musica degli anni 80 è molto importante per lui, ma Tony apprezza anche le nuovi voci del pop, come quella di Bandon Flowers dei Killers e di Brandon Urie dei Panic! At The Disco: “Sicuramente Killers e Panic! At The disco sono tra i miei ascolti preferiti. Soprattutto da questi ultimi ho tratto ispirazione per il nuovo lavoro. Il modo di interpretare i pezzi del loro cantante mi piace molto. Mia figlia mi consiglia spesso nomi nuovi da ascoltare, mi aggiorno anche grazie a lei. Rimanendo sugli anni 80, sono un fan dei Queen e di Freddie Mercury da sempre, oltre che di Bowie. Nel piano di ‘Oblivion’ percepisco echi delle sue melodie”, racconta ancora.

“Talking To The Moon” prende il titolo da una riflessione: “Abbiamo tutti, ad un certo punto della nostra vita, guardato verso il cielo, di notte, e fissato la luna e le stelle chiedendoci:” Qual è il significato di tutto questo?”. Cercando magari risposte o semplicemente ammirandone la bellezza. Sono sempre stato affascinato dallo spazio e la luna è un punto di riferimento per queste domande“, commenta il cantante.

Tony Hadley presenterà dal vivo il suo nuovo lavoro con una serie di date. La tappa romana sarà speciale: Hadley si esibirà con la Gerardo Di Lella Pop O’rchestra.
“Con un’orchestra ti puoi permettere di spaziare molto. Oltre ai miei brani da solista e ai successi degli Spandau Ballet, ci saranno alcuni pezzi rivisti in chiave swing. Suonare con un’orchestra ha un sapore tutto suo e sono molto contento di avere questa opportunità”, conclude l’artista.

Ecco il calendario completo del tour italiano:

22 giugno 2019 – SOGLIANO AL RUBICONE (FC)
piazza Matteotti ore 21.15
prevendite: www.ticketone.it

23 giugno 2019 – GRUGLIASCO (TO)
GruVillage ore 22.00
prevendite: www.ticketone.it

24 giugno 2019 – PADOVA (PD)
Cittadella

25 giugno 2019 – GRADO (GO)
Diga Nazario Sauro ore 21.30
prevendite: www.ticketone.it

31 luglio 2019 – ROMA (RM)
CAVEA del Parco della Musica ore 21.30
Billing: Tony Hadley & Gerardo Di Lella Pop O’rchestra

Inoltre, ecco gli appuntamenti Instore:

17 MAGGIO PERUGIA ORE 18.00 – CC COLLESTRADA
18 MAGGIO PRATO ORE 11.30 – EX CHIESA DI SAN GIOVANNI
20 MAGGIO VALMONTONE (ROMA) ORE 18.30 – VALMONTONE OUTLET
21 MAGGIO TRIGGIANO (BARI) ORE 18.00 – CC BARIBLU


Tags assigned to this article:
disconuovospandau balletTony Hadley

Related Articles

Kurt Vile live al TRIP Music Festival – recensione

Inizio intenso per il T R I P Music Festival, che celebra l’unione tra la poliedrica Triennale di Milano e

Natalia Lafourcade, la musica che guarisce il cuore

“Hasta la raíz”, è il sesto album di Natalia Lafourcade, una delle voci femminili più carismatiche del panorama internazionale. La

David Guetta, foto report al Mediolanum Forum – 20-1-2018

Dopo il clamoroso successo lo scorso 28 luglio al Postepay Sound Festival di Padova, David Guetta torna in Italia il

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.