Backstage quotidiano

Backstage quotidiano

Di Limbrunire

La sveglia non concede errori ne ammette ritardi, ecco che quindi prima delle 8:00 la tisana al finocchietto è pronta per esser sorseggiata ad occhi semi-aperti ma ancora chiusi mentre la moka procede la sua quotidiana corsa all’incazzatura e comincia ad elargire la sua sentenza arabica nella cucina ancora buia e desolata.
Piccolo toast cotto e philadelphia, lettura veloce delle news di giornata e via con l’iter canonico delle 20/30 mail caparbie e ricche di buoni propositi nelle quali un breve sunto e qualche link di riferimento incrociano destini più o meno allettanti, quasi sempre distanti e muti.
Dopo due, tre ore di attenta analisi, ricerca contatti giusti ed invii personalizzati è la volta della prova pre-concerto (in caso di concerto ravvicinato) ed (in caso di concerto non ravvicinato).
Si alternano chitarre acustiche a synth digitali mono e polifonici, progetti Ableton, vocalizzi e varianti melodiche, sinusoidi ed inviluppi che gasano un sacco ma che difficilmente ritorneranno a glitterare il palco causa tensioni embrionali ed emozionali, coito interrotto da repentino cambio palco o semplicemente per mero errore umano.
Pausa pranzo social condita da condivisone di Story imperdibili ed imperdonabili, aggiornamenti sponsorizzati, piccolo interludio Spotify per gli amanti della numerologia astratta e turno in studio per mettere alla prova e soddisfare la propria mania compulsiva.
Midi, editing, pre-mix e via con le parole, la terra di conquista e quella più propensa a lasciarsi esplorare, abbondanza e ricchezza in tempi di magra.
Tardo pomeriggio prende campo l’attività fisica, risacca di tensioni e fucina d’ispirazione remota, una manna per gambe, fiato e mente alla quale adesso non posso più rinunciare, alla quale aderisco con stoica devozione.
Una media di 40 km distribuiti principalmente su strade in salita, allenare la mente al sacrificio è fondamentale quando sei un emergente ed un ciclista dilettante che vorrebbe gettare la spugna dopo le repentine porte in faccia così come abbandonare la bicicletta oltre il guardrail al primo tornante.
Breve sessione di yoga per riequilibrare le energie alternata ad esercizi di stretching e vocal training.
Tutto apparentemente noioso, lo ammetto!
Doccia e cena proteica, ritorno in studio per l’autoflagellazione e modifiche più o meno sostanziali al testo, relax fase pre REM con lettura di romanzi dai quali attingere musicalità lessicale e mantenere sul pezzo l’immaginazione.
Stacco dati, impostazione sveglia, chiusura occhi e via con il matinèe degli auspici che quel famoso cassetto oggi come ieri e forse domani non è abbastanza indie ne troppo mainstream per essere aperto.

BIO:
Limbrunire abbandona una carriera calcistica per dedicarsi attivamente alla scrittura di poesie. Di lui dice che ama la montagna, la chitarra elettrica, Kerouac, i dischi bianchi, le monocilindriche, Amici Miei, le melanzane alla parmigiana, le chewing gum al guaranà, le televendite alle 3 del mattino e i cannoli di Athos. Il suo debut album s’intitola La Spensieratezza, pubblicato a giugno 2018. Dopo un’intensa attività live su e giù lungo lo stivale e la Slovenia adesso si appresta a pubblicare il primo singolo del 2019 (Curcuma) dalle sonorità sempre electro synth pop ma con evidenti richiami alla afrobeat e alle teorie bizzarre dei terra-piattisti.


Tags assigned to this article:
editorialeLImbrunire

Related Articles

Max Richter torna in Italia

Compositore e pianista classico, maestro delle partiture complesse, ha scritto e musicato alcuni dei capitoli della musica d’avanguardia più bella ed

DIRTY DANCING – The Classic Story On Stage a Milano a Ottobre

“Dirty Dancing -The Classic Story On Stage”: un’importante produzione teatrale in arrivo in Italia grazie alla volontà dei produttori del

Le Luci Della Centrale Elettrica, fuori il 3 marzo ‘Terra’ accompagnato da un libro

Sarà pubblicato venerdì 3 marzo “Terra”, il nuovo album de Le Luci Della Centrale Elettrica. Prodotto artisticamente da Vasco Brondi

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.