J-Ax + Articolo 31: i ricordi, la provincia e le grandi emozioni

J-Ax + Articolo 31: i ricordi, la provincia e le grandi emozioni

Di Rossella Romano

Era il 1996 quando mi regalarono per i miei 13 anni la cassetta di “Così Com’è” degli Articolo 31. Si, la cassetta, quella che consumavi nel walkman nel tragitto scuola – casa. Quella che portavi in gita e chiedevi all’autista del pullman di mettere a tutto volume, ed era subito delirio. Quella che chiedevi ai tuoi genitori di introdurre nell’autoradio durante i viaggi per andare in vacanza, mentre loro si domandavano: “Davvero ascolta questa roba?”, desiderando di cambiare al più presto con un Dalla o una Nannini.

Ieri sera al Rugby Sound Festival di Legnano è stato impossibile non lasciarsi andare ai ricordi. Oltre a cantare tutto e a ballare ancor di più, sia i grandi successi di J-Ax che i grandi classici degli Articolo 31.
La bomba d’acqua e la grandine che si sono riversate su Milano e gran parte della Lombardia non hanno fermato il pubblico, che ha gremito la bellissima location, un’area concerti nella splendida cornice di un castello visconteo. Legnano è stata a dir poco un’isola felice e il cielo ha retto tutta la durata del live. “Avevo una gran paura, si vede che questo concerto si doveva proprio fare!”, dice J-Ax durante il live.

Non si parla di nostalgia, sia ben chiaro. Anche perché sul palco sia Ax che Jad presentano se stessi e il loro repertorio come gli artisti e gli uomini che sono oggi, con quella vena ironica e provocatoria che li ha contraddistinti da sempre.
Ad aprile le danze di un live diviso in capitoli proprio J-Ax, con alcune delle sue hit, tra cui l’inizio con ‘Rap ‘n Roll’ che incendia subito i fan.
Gli anni si susseguono, come le immagini di cronaca e non alle spalle (si va Ratzinger al Terremoto di Amatrice, dalla morte di Steve Jobs a quella di Chester Bennington, dalle pubblicità iconiche fino alle Spice Girls) della band e dello street artist Raptuz, che ha realizzato in live painting un wall, in vendita alla fine del tour il cui ricavato sarà devoluto in beneficenza.

Tra i brani che mandano in delirio il pubblico “Gente che spera”, “Piccoli per sempre”, “Deca Dance”. “Il bello di essere brutti” e “Più stile”. Non manca la voglia spiaggia e ombrellone con “Vorrei ma non posto”, che Ax annuncia con “Sono io il Re dell’estate!”. Totale.
Si cantano a squarcia gola “Spirale ovale” e “Domani smetto”, il Rugby Sound è incandescente. Mi guardo intorno e noto con mio grandissimo piacere un parterre davvero variegato: giovanissimi ed adulti, bambini e trentenni, i miei coetanei, che si godono un live fatto di passato e presente.
Arriviamo ad uno dei momenti clou: sugli schermi viene proiettato il logo degli Articolo 31, DJ Jad fa partire subito “Un urlo”, che apriva l’album “Così com’è”, il mio album del cuore, e succede la magia. Teenager e fan “old school” la cantano tutta.
E ci sono “2030”, “Tarnqui Funky”, Funkytarro” (che aspettavo tantissimo), “Domani”, “La mia ragazza mena” e “Italiano medio”, e tutti con il middle finger in aria. Si chiude questo capitolo con “Ohi Maria”, un inno, ed una carrellata di immagini degli Articolo, di ieri e di oggi.

Ax e Jad dedicano un momento a ringraziare i fan, a ringraziare la provincia, in cui sono nati ( e da cui provengo pure io) che li ha aiutati e sostenuti facendogli conquistare il centro città.

Momento di grandissima commozione per J Ax e per il pubblico con “Tutto tua madre”, scendono le lacrime sul volto di Ax mentre la canta, ma anche sui visi dei presenti.
Un grazie di cuore con la voce ancora tremante, un coro fatto partire da Space One. J-Ax esclama: “Dopo questo momento emo, passiamo ad un momento scemo”, e si torna a far festa con la hit dell’estate 2019: “Ostia lido”.
Chiusura con foto di rito, “Maria Salvador” e la promessa di Ax di ritornare anche il prossimo anno al Rugby Sound.

Un plauso allo staff del festival, che ha gestito molto bene il flusso di fan in entrata, ma soprattutto in uscita.

Appena torno a casa dai miei genitori la cerco la cassetta di “Così Com’è”. Magari funziona ancora.
Grazie J-Ax. Grazie Articolo 31. Di Tutto.


Tags assigned to this article:
J-Ax. Articolo 31Rogby Sound. report

Related Articles

Robbie Williams mattatore a Verona, lo stadio ai suoi piedi

Di: Alessandro Collu Ah Robbie Williams. Verona. Lo possiamo dire: it has been a very Heavy Entertainment Show. Allora, parafrasando

Live report Soundgarden

Come diavolo iniziare a recensire un evento del genere senza essere banali, scontati e non troppo di parte? Primo: ci

Block B, alla scoperta del fenomeno K-Pop

Diciamo le cose come stanno, io di questo K Pop non ne sapevo assolutamente nulla. Sabato sera ero a casa

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.