Un piccolo uragano padovano

Un piccolo uragano padovano

Dei Joe D. Palma

I Joe D. Palma sono un piccolo uragano, che dove va cerca di portarsi via tutto. Ci piace l’idea di lasciare un segno di noi ovunque siamo ospitati, per noi fare un concerto non si esaurisce semplicemente nell’andare in un locale e suonare, è sopattutto andare in un luogo e cercare di entrarci, rimanere dentro le persone che incontriamo e viceversa.
In questo senso ricordiamo un evento indelebile, 15 dicembre 2017 alle Cantine Coopuf di Varese, era appena iniziato il tour di promozione del vecchio EP. Partiamo con la preoccupazione di dover tornare a Padova in serata causa la classica lezione al conservatorio di Gomez (il tastierista) del sabato mattina, illegale, per scoprire tra l’altro che Varese è praticamente in Svizzera, ma affrontiamo la serata con la solita carica pur sapendo che ci aspetteranno 4 ore di macchina in piena notte.
Arriviamo e siamo subito accolti alla grande da Stefano, il direttore artistico del locale, parte la solita trafila di birrete e cicchette pre concerto, iniziamo ad ipotizzare i più improbabili orari di ritorno: “Godiamocela raga ma non più tardi dell’una che devo guidare 4 ore” (Matteo è il chitarrista e guidatore ufficiale, non designato per la serata ma proprio ufficiale, perchè guida sempre lui).
Il concerto è andato molto bene, le Cantine sono un posto veramante meraviglioso, ma dicevamo che un live dei Joe D. Palma non finisce sul palco. Alle 3 e mezza ci troviamo ad essere gli ultimi nel locale insieme a Stefano, intonando cori di ogni sorta e chiedendogli di poter riattaccare l’impianto per fare un dj-set, ricevendo giustamente un premuroso “No andate a casa che dovete tornare vivi”.
Partiamo alla volta di Padova più o meno con la grinta che hai quando mancano 10 secondi alla mezzanotte del 31 dicembre: “Vai tranqui Matt che arriviamo fino a casa super carichi!!” (Giorgio, il cantante), non facciamo nemmeno in tempo a passare Milano che la scena è questa: Giorgio in letargo con la faccia spiaccicata sul finestrino, Gomez lo segue abbracciato a lui, dall’altra parte Alvise (il bassista) che nonostante dorma profondamente dal parcheggio di Varese ci ricorda ogni cinque minuti di fare compagnia a Matteo, il quale splendidamente con l’aiuto di Raffa (il batterista), porta ancora una volta tutti a casa sani e salvi.
In autunno uscirà il nuovo disco, ci stiamo divertendo da matti a suonarlo in saletta ma non vediamo davvero l’ora di portarlo in giro, tornare a girare ed essere ancora gli ultimi che lasciano il locale… sperando che Gomez questo inverno non abbia lezione il sabato mattina.

BIO:
I Joe D. Palma nascono a Padova sul finire del 2016. Nel 2017 esce l’EP d’esordio “Generazione Brucaliffo” e inizia il lungo tour che li porterà a suonare in giro per l’Italia, aprendo, tra gli altri, i concerti di Frah Quintale, Coma Cose, Galeffi, Pop X, Colombre, Management del Dolore Post-Operatorio, Pinguini Tattici Nucleari e Giorgieness. Nel mese di Febbraio 2018 entrano nella classifica “New Live” di KeepOn, tra le rivelazioni, insieme a Frah Quintale e Coma Cose. Dopo il tour, inizia la scrittura del primo vero disco “Tutto OK”, in uscita per La Clinica Dischi/Artist First in autunno 2019. Se il principio creativo dei Joe D. Palma sta in un’attitudine di derivazione cantautoriale di Giorgio (il cantante), la loro ricerca è poi mirata alla definizione di un sound che guarda più alle maniere e alle sonorità d’oltre manica, piuttosto che a quelle di casa propria. Il tentativo è quello di creare un’atmosfera di aspirazione dancefloor dal tono intenso e dal gusto delicato, che sappia trasmettere l’essenza vivace e ironica del gruppo.


Tags assigned to this article:
editorialeJoe D. Palma

Related Articles

Ho questa immagine di me nella pianura.

Di: ACQUE, PIOPPI E MALICK Ho questa immagine di me nella pianura. È al tramonto, credo maggio, comunque un mese

Dalla pagina bianca a una nuova canzone

Di: Lucio Corsi Ero in casa quando mi ritrovai a scrivere qualcosa per Jaymag… Iniziai a riflettere del più e

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.