Beatrice Venezi, ‘My Journey’: ‘Oltre i clichè della musica classica’

Beatrice Venezi, ‘My Journey’: ‘Oltre i clichè della musica classica’

Di Rossella Romano

‘Sono cresciuta a pane e Puccini’. Si racconta così il Maestro Beatrice Venezi, tra le poche donne al mondo a dirigere orchestre a livello internazionale: non solo in Italia ma anche in Giappone, dalla Bielorussia al Portogallo, dal Libano al Canada fino all’Argentina. Ventinove anni, grinta da vendere e classe innata, Beatrice Venezi si è distinta per la sua professionalità e la sua capacità di essere innovativa, paladina di femminilità e di italianità, tanto da essere inserita nel 2018 da Forbes nell’elenco dei 100 giovani Under 30 leader del futuro.
Il 18 ottobre esce il suo primo album per Warner, ‘My Journey – Puccini’s Symphonic Works’, realizzato con l’Orchestra Toscana.

E’ un disco a cui tengo molto. E’ un prodotto del territorio. E’ stato concepito e realizzato a Lucca, la mia città nonché casa natale di Giacomo Puccini.”, afferma Beatrice Venezi in conferenza stampa.
In realtà ho una missione”, prosegue, “Sfatare i clichè che da sempre ruotano attorno alla musica classica. L’opinione comune è che sia un genere difficile da capire, elitario, troppo complesso. Invece, la musica in generale, deve suscitare emozioni, deve colpirti nel profondo e la classica ha questo potere, senza dubbio”.

Oltre ai clichè riguardanti la musica classica, il Maestro Venezi si oppone al luogo comune che vuole la donna di cultura poco curata e poco femminile: “Non capisco perché una donna professionale, preparata e promotrice della cultura debba essere trasandata o poco femminile. Ho sempre curato questo aspetto, mi sono sempre presentata ai concerti con abiti e non con completi dal taglio maschile. Ricordo che, in procinto di partire per il mio primo concerto in Giappone, mandai una mail agli organizzatori per dirgli con molto garbo, che di solito amo indossare abiti per dirigere, loro mi risposero che preferivano un outfit ‘man like’, ovvero più maschile. Non mi sono arresa, mi sono presentata in lungo da sera e sono rimasti così colpiti dalla magia della musica, che da allora non mi hanno fatto più richieste inerenti al look’, dice ancora Beatrice Venezi.

Non solo musica classica per il Maestro, ma anche i social network per avvicinare i giovani alle opere liriche e la passione per i Massive Attack: “Oggi i social possono essere un ottimo mezzo di divulgazione, soprattutto per quanto riguarda i millennials. Ho fatto un esperimento. Ho raccontato tramite le mie stories cinque opere liriche. Ho notato che tra le visualizzazioni, tanti erano giovanissimi che si interessavano ai miei racconti. Ne sono stata molto contenta. Chi mi piace nel panorama musicale contemporaneo? I Massive Attack. Amo le sonorità elettroniche e la sperimentazione tra forme artistiche che uniscono visual a suoni onirici”.

Tra i prossimi appuntamenti che la vedono protagonista, Beatrice Venezi debutterà Il 7 novembre in America in un concerto con Andrea Bocelli a Miami al Seminole Hard Rock Hotel & Casino Hollywood, aver diretto l’Orchestra dello show ‘Andrea Bocelli – Ali di Libertà tenutosi lo scorso luglio al Teatro del Silenzio e andata in onda in prima serata su Rai Uno.
“Ho conosciuto Andrea Bocelli durante un pranzo. E’ un artista che ha davvero contribuito a diffondere la classica nel mondo, utilizzando un approccio in cui ha saputo creare una commistione di generi diversa ed interessante, io rimango un po’ più purista. Ci siamo trovati molto bene a lavorare insieme e sono molto contenta di poter ripetere questa esperienza”, conclude il Maestro.

Inoltre, attraverso il suo ruolo di Direttore Principale della Nuova Scarlatti di Napoli e dell’Orchestra Sinfonica Milano Classica, inoltre, Beatrice Venezi dedica il suo impegno artistico anche a cause umanitarie e all’eradicazione di ogni discriminazione nei confronti delle donne.



Related Articles

Stanlio & Ollio – recensione del film

Arriva finalmente al cinema il biopic del duo comico più amato dal pubblico: Stanlio & Ollio. Diretto da Jon S.

Heineken Unlimited Edition: l’inno della Champions ispira le nuove bottiglie

Heineken Unlimited Edition: l’inno della Champions ispira le nuove bottiglie

Cranberries, cancellato il concerto del 12 giugno a Milano

Live Nation Italia informa il pubblico che il concerto dei Cranberries in programma il prossimo 12 giugno a Milano è

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.