Breaking News

  • No posts were found

Sonata Arctica – intervista

Sonata Arctica – intervista

lo scorso 6 settembre i titani finlandesi del melodic metal Sonata Arctica hanno pubblicato il loro decimo album in studio, intitolato “Talviyö” (che significa “notte d’inverno”), contenente undici nuove canzoni.

Abbiamo incontrato Henrik ed Elias prima del concerto tenutosi il 30 novembre al Live di Trezzo sull’Adda per il loro tour “The Raven Still Flies Over Europe” che è partito da Stoccolma l’11 novembre.

Sonata Arctica saranno accompagnati da Edge Of Paradise e Temple Balls.

Sfortunatamente a causa di un problema tecnico non possiamo farvi vedere il video dell’intervista, ma ecco cosa ci siamo detti.

Parliamo di Talviyö, il vostro 10 album, notte d’inverno appunto, possiamo considerarlo la fine della trilogia aperta con Pariah’s child e The Ninth Hour?

Henrik: Credo di si, sono album molto simili tra di loro, non sappiamo cosa ci aspetta in futuro, è sempre molto eccitante lavorare per un nuovo album, Toni scrive le canzoni sul suo pc, noi proviamo a chiedergli qualcosa sui pezzi ma non ci fa mai sentire nulla, allora chiediamo, chiediamo, chiediamo, finchè finalmente ci fa sentire le canzoni, ed è molto bello. Per Talviyö, aveva tantissime canzoni, ed abbiamo potuto scegliere tra molti brani, abbiamo anche lasciato qualche traccia da parte per ora, che forse potranno essere usate in futuro.

Vivere in Finlandia, in Lapponia, quanto influenza la vostra musica e i vostri testi?

Elias: Questa è una bella domanda! Sinceramente penso che sia una cosa naturale, credo che dipenda tutto da quello che vedi mentre cresci, per esempio se ora dovessi trasferirmi ai caraibi, sicuramente non mi metterei a fare reggaeton! Crescere in Finlandia ha aiutato molto, la musica finlandese è molto malinconica, quindi se ti piace l’heavy metal, e cerchi di farlo tuo, ovviamente con il nostro background culturale prende quel suono malinconico.

Parlateci di questo tour, ieri eravate a Padova, cosa ne pensate dei vostri fan italiani?

Henrik: LOUD!!! Noi finlandesi siamo quasi muti, non parliamo mai, una cosa che amiamo dell’Italia è che la gente è l’opposto di come siamo noi, urlano cantano e si dimenano. Abbiamo avuto anche la possibilità di andare a Venezia, che non avevo mai visitato ed è stupenda! Dovrò portarci mia moglie!

Elias: E gesticolano con le mani (gesticola)!!!

Riguardo al Tour dello scorso anno nei teatri invece cosa ci dite? Preferite suonare acustico oppure un classico concerto con tutti gli strumenti?

Elias: E’ un grande cambiamento, passare dai palazzetti ai teatri è interessante, hai un’orchestra alle spalle, il pubblico sente davvero la musica, è molto diverso, ti mancano le chitarre elettriche e il casino del pubblico. E’ stupendo suonare nei teatri, però preferiamo la carica e l’adrenalina che ci da un vero concerto ed il contatto con la gente.

L’ultima volta che ci eravamo incontrati era nel 2005 al Ruisrock a Turku in Finlandia, cosa è cambiato da allora in voi e nella vostra musica?

Henrik: Siamo diventati vecchi e ciccioni!
Elias: Però abbiamo ancora i capelli!!
Henrik: a parte gli scherzi, sentiamo un cambiamento da album in album, siamo cambiati tutti durante questi anni, collaboriamo di più, ci parliamo di più, siamo semplicemente cresciuti!
Elias: Ci parliamo di più riguardo a cosa proviamo, sia musicalmente parlando che nella vita di tutti i giorni, quando eravamo più giovani non facevamo caso a questo, andavamo dritti e basta come dei treni. Ora si è instaurato questo Bromance!!!!

Toni ha detto che non considera più i Sonata Arctica una band metal, come vi considerate?

Henrik: credo che non importi come veniamo etichettati, l’importante è la nostra musica, per me siamo sempre una band heavy metal, forse non siamo così heavy, ma teniamo molti elementi prog e anche pop. 

Come riuscite a trasmettere la vostra cultura attraverso le vostre canzoni?

Insieme: Non lo sappiamo davvero, è naturale, la cosa bella è che ognuno vede cose diverse nelle canzoni in base a quello che prova, è bello però sapere che fanno questo effetto.

Ultima classica domanda, piani per il futuro?

Henrik: Staremo in tour per tutto il 2020, tra Europa e Sud America, per quanto riguarda il 2021 è ancora troppo presto, abbiamo dei piani, ma vedremo più avanti!

Ph: Fabio Delfino

 

 


Tags assigned to this article:
SONATA ARCTICATalviyö

Related Articles

Macklemore, fuori il 22 settembre il nuovo album ‘Gemini’

Macklemore, fuori il 22 settembre il nuovo album ‘Gemini’

Negramaro, foto report a San Siro – 27-6-2018

Dopo la data “zero” di Lignano allo Stadio G. Teghil, parte ufficialmente il 27 giugno dallo stadio San Siro di

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.