Humanist di Rob Marshall, parterre di special guests da Mark Lanegan a Dave Gahan

Humanist di Rob Marshall, parterre di special guests da Mark Lanegan a Dave Gahan

Di: Emanuele Beluffi

L’avevamo visto con gli Exit Calm e con Mark Lanegan (Queens Of The Stone Age) in Gargoyle e in Somebody’s Knocking, ma ora il chitarrista inglese Rob Marshall ha scritto, composto e prodotto per Ignition Records il suo omonimo debut album, racchiuso nel nome e nel concept di Humanist, uscito lo scorso 21 febbraio a pochi giorni dalla diffusione della pandemia mondiale. In attesa (ma soprattutto nella speranza) di poterlo vedere anche in Italia (sul sito humanistuk.com per ora le date di settembre in U. K. sono confermate), lo possiamo ascoltare nel nuovo singolo e video Shock Collar, con Dave Gahan (Depeche Mode) ospite d’eccezione: perché Humanist non è un one-man show, ma sembra anzi l’album di una big band per le tante presenze illustri (oltre ai già citati Mark Lanegan e Dave Gahan ci sono Mark Gardener (Ride), Carl Hancock Rux (David Holmes, Portishead) e tanti altri). Come è nato questo progetto?

Dal suo sito sappiamo che Rob Marshall l’idea l’ha presa dalla vita e dalla morte, dopo aver visto il docufilm The Living Room sul cantante Gavin Clarke con cui aveva condiviso un manager, poi toltosi la vita: da qui una serie di canzoni nascita, morte, vita, religione e di una lista di cantanti ai quali chiedere le parole a partire dalla musica. Il risultato è Humanist, di cui il singolo Shock Collar è forse un po’ la colonna portante (senza nulla togliere agli altri illustri ospiti dell’album), con quel suono inconfondibilmente inglese (memorabile anche English Ghost, feat John Robb) a metà strada fra l’indie, il pop e il rock: la chitarra di Rob Marshall la riconosci subito e chi lo seguiva negli Exit Calm non stenterà a ritrovarlo rinnovato in quel suo essere stilisticamente fedele a se stesso. Come fanno i grandi artisti.

 

 

 


Tags assigned to this article:
Dave Gahandepeche modeMark LaneganRob Marshall

Related Articles

Il cuore in levare, le vicissitudini del reggae

A JayMag ci sentiamo originali. Oggi per esempio abbiamo scommesso che avremmo fatto uscire un articolo intero sul reggae senza

Kiasmos – Kiasmos

Ci lamentiamo sempre, non facciamo altro. Ci lamentiamo della situazione politica, della disoccupazione, della pochezza ormai raggiunta a livello letterario,

Home Venice Festival, arriva in Italia il 12 luglio Aphex Twin

Home Venice Festival, arriva in Italia il 12 luglio Aphex Twin

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.