Tag "editoriali"

Back to homepage

Questa sono io, Greta

Di: Greta Elizabeth Ciao! Mi chiamo Greta Elizabeth, ho 17 anni e provengo da una famiglia con origini americane. Per questo nella mia vita mi sono sempre ritrovata a fare avanti e indietro tra gli States e l’Italia. L’inglese quindi

Read More

La stanza della musica

Di: Priscilla Bei A chi non è capitato di avere un sogno ricorrente, uno schema narrativo che si ripresenta nel proprio mondo onirico, sempre uguale o simile a se stesso? Beh io ne ho individuati almeno un paio in questi

Read More

There must be a place where country and town look the same

Di: Indianizer Nel delirio post-elettorale che si vive in Italia in questi giorni, dai social all’intramontabile bar, prevale un sentimento di vicendevole accusa e rabbia tra fazioni. Semplificando molto, da una parte le masse accusano i privilegiati intellettuali, rivendicando l’ingiustizia

Read More

Della vita di due musicisti…

Di: Marta Collica Della vita di un o una musicista come me, fanno parte quelle tante sere post stage, back stage, post prove, passate attorno ad un tavolo, con amici colleghi che discutono la musica di un altro collega (per

Read More

Come il suono di una vecchia Ford Fiesta

Di: Raf Ferrari Quando la musica mi si è posta davanti come ragione fondamentale della mia vita, ero già grande, guidavo una Ford Fiesta, 900, oro metallizzato, la macchina di mio padre, una macchina lentissima, in continua rincorsa, ma con

Read More

C’era una volta una… Sicilienne

Di: Gera Bertolone Di storie di emigrazione e identità ne potremmo raccontare all’infinito. Non c’è epoca che si ricordi in cui non ci sono state onde migratorie verso “il continente”. Quando vivi nella tua terra natale non ti fai domande

Read More

Come sentirsi stupiti

Di: La Iena Per me tutto è partito dai Velvet Underground, ed era il 2003. Ok, la scintilla venne scaturita da Nevermind dei Nirvana come un po’ tutti quelli della mia generazione, e a ripensarci bene maledico mio padre che

Read More

Sottoculture, queste sconosciute

Di: I Rudi (Silvio Bernardi, voce e basso) Sottoculture, queste sconosciute. Ora. Eppure, se avevi vent’anni nell’Italia degli anni Ottanta era quasi impossibile che, a meno che non fossi uno sfigato totale, non avessi o avessi avuto qualche contatto con

Read More

A ciascuno il suo compito

Di: Muna A ciascuno il suo compito, non sono un letterato, sono un musicista, un musicista ricercatore che però adesso si trova a scrivere, solo che di solito scrivo testi e i testi si espandono nella mente e nel cuore

Read More

Ogni duemila spari

Di: Eugenio Sournia Il Venerdì Santo, in chiesa non si suonavano le campane. Dove nella liturgia si suonava il campanello, quel giorno si battono invece due legni tra loro, il cui suono riverbera cupo in tutta la navata. Così, nell’altopiano

Read More